mercoledì 15 novembre 2017

I Liberi Versi di Patricia


Se qualcuno mi chiedesse a cosa penso se ripercorro gli inizi della mia impacciata e timida vita da blogger, risponderei senz'ombra di dubbio che penso a Lei, a Patricia Moll. Ed alla casa di Myrtilla, dove chiunque abbia la fortuna di approdare finisce per trovare un piccolo angolo di paradiso virtuale odoroso della calda e gioiosa ospitalità di Patricia e di tutto l’affetto ed il trasporto che lei riesce ad offrire. 
Perché se sei un pesciolino che si è appena tuffato nell'oceano della blogsfera, Lei, Patricia, è in grado di mostrarti con quanta umile semplicità si possa tenere un blog riversandoci dentro tutta l’emozione e la passione per la vita senza mai perdere di vista il rispetto e la dedizione agli altri.


Che poi, chi è che in ambito blog non conosce Patricia ed il Myrtilla’s House? 

Se qualcuno esiste, FILI a fare penitenza in ginocchio sui ceci e non si alzi fin quando non avrà recuperato tutti gli episodi con i finali di Insieme Raccontiamo, mica vorremo scherzare!

Ma perché oggi son qui a parlare della mitica Pat?

Semplice, perché finalmente sono riuscita a leggere il primo ebook che raccoglie i suoi magnifici liberi versi.

Si intitola proprio così la sua prima raccolta di poesie: "Liberi i miei versi". E posso tranquillamente affermare che di Liberi ma anche di Intensi e Catartici versi si tratta. Versi così belli e profondi da non avere nulla da invidiare alla più sentita e moderna poesia. 

Non desidero, tuttavia, limitarmi ad una recensione. 

Siooriesioooreeeee, direttamente dal Myrtilla’s House, in esclusiva, qui, sul mio blogghetto piccolo e che non le rende merito, in un’intervista che ho sognato decine di volte di fare – TA-TAT-AT-TATTATA-TAAAAAAA – rullo di tamburi –

 Ecco a Vooooiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii:


PATRICIAAAAA MOOOL

(clap clap clap clap clap clap clap clap)


Ciao Patricia, ben arrivata! 
Quanto sei felice da uno a dieci che finalmente non ti tartas…ehm… non ti rammenterò più che abbiamo un’intervista da fare, visto che stiamo per farla? 

Mille, ti basta? ahahahhahah
Grazie a te per questa... chiacchierata. Spero sarai buona con me :)

Ho letto e riletto le tue bellissime poesie che trovo a dir poco straordinarie, in particolar modo perché tutti possono immedesimarsi. 
Da quanto tempo scrivi poesie? 

Troppo buona, Reginella! Non sono una poetessa. Gioco con le parole, mettiamola così. L'ho sempre fatto. Il problema è sorto quando compii 18 anni. Mi sentii grande e buttai nella munnezza quintali di carta. Poesie, racconti, la bozza di un romanzo… ti prego di non ridere, ma pure la telecronaca di una partita di calcio, visto che allora guardavo tutte le partite.
Non so se è proprio il mio caso, ma se il lettore si immedesima in quello che legge oso dire che lo scritto è buono. Lascia qualcosa ed è un ottimo risultato.


Cioè, tu in adolescenza o supergiù ti auto-scrivevi la telecronaca delle partite di calcio? 0-0. Ok, questo lo approfondiamo dietro le quinte nel gruppo di ascolto "amiche strambe del web"- ahahahahahah.
Ritorno seria -ooohhm! -  Che cos’è per te la poesia? 

Poesia…. è il cuore che si mette a nudo. E' l’anima che parla, che dice cose a cui a volte non si pensa o non si vuol pensare. Poesia è un lasciar parlare a ruota libera il proprio io più intimo, senza vincoli di sorta, di timidezza o di remore morali. 
E’ un volo senza confini.

Com'è nata l’idea dell’ebook e, soprattutto, che effetto ti ha fatto mostrare pubblicamente questo tuo lato così intimo? 

Ci avevo già provato prima di entrare a far parte del gruppo di google ma con scarsi risultati. Ho voluto riprovare ultimamente visto che adesso qualcuno mi conosce sul web.
È stata una sfida mia personale per vincere una sorta di ritrosia e comunque perché mi fa piacere condividere. Poi, sinceramente, interessa sapere cosa pensano gli altri delle mie poesie. In parole povere… se posso continuare a scrivere o se devo dedicarmi all’ippica. 
Però è stato ed è un percorso utile anche per me. Scrivere mi ha aiutato a tirar fuori cosa non vedevo o non volevo vedere. È effettivamente un mettersi a nudo, ma credo che faccia bene.
 

La poesia con la quale apri il libro si intitola per l’appunto “Liberi i miei versi”. Mi piace molto, mi piace perché decanta i tuoi versi liberi di andare, per nulla incatenati alla metrica o alla convenzione, e mi piace quando concludi ammettendo che neanche tu conosci la direzione dei tuoi versi bensì sono loro a dirigersi verso la meta che hanno già deciso. 
Ritieni dunque che la poesia possieda un’anima propria? 

Sì! Come ti ho detto prima, penso che una poesia troppo studiata non rispecchi quella me stessa nascosta. Sono istintiva per natura e quando mi vengono in mente dei versi li metto subito su carta prima che decidano di andarsene per i fatti loro. 
Sarà che non sono poetessa ma soltanto una che gioca e si diverte. E scopre ogni volta un qualcosa di nuovo di se stessa.


Io ti conosco come una simpatica chiacchierona, un vulcano stracarico d’energia. Il tuo senso dell’humor, poi, l’ho sempre adorato: diciamo che sei una che si prende poco sul serio e questo denota la tua grande intelligenza. Eppure da alcuni tuoi versi scaturisce un dolore forte, pungente, a tratti sopito ma che graffia in tutta la sua forza. È così che esorcizzi la sofferenza? 

La sofferenza fa parte della vita di tutti. Nessun è Rambo. Sai... quello che nella giungla si cuciva con ago e filo un taglio di 20 centimetri. Bisogna decidere se lasciarsi comandare dalla sofferenza o conviverci. Se ti lasci comandare non vivi. Se ci convivi devi lottare per tenerla comunque a bada. 
E’ infida la sofferenza. In qualunque momento può far capolino e stenderti. 
Io ho scelto la seconda opzione anche perché comunque bisogna andare avanti. Non dimenticare il passato ma non vivere di passato. Guardare all'oggi e magari ogni tanto puntare anche al domani. E’ un modo come un altro per riuscire a non averla sempre sotto il naso. 

C’è una citazione di Roque Dalton che mi ha sempre affascinato. Dice: “Credo che il mondo sia bello, che la poesia sia come il pane, di tutti”.  Sei d’accordo?

In linea di massima sì, anche perché comunque io amo le poesie, Neruda, Baudelaire, Merini, Dickinson… Penso che il mondo senza poesia sia come una fontana senz’acqua, inutile 

Invece c’è una frase celebre di Pietro Casaburi Urries che recita: “Chi brama la poesia senza ornamenti retorici, ama la primavera senza fiori, il monile senza gemme e l' firmamento senza stelle”, probabilmente riferendosi a tutti quei poeti che danno vita a dei versi ma sfuggono a tutte le ricercatezze stilistiche, retoriche e linguistiche. Che cosa risponderesti a Pietro? 

Io amo i fiori, le nuvole, il cielo stellato e mi perdo nei sogni ad occhi aperti ad osservarli. 
Risponderei che per seguire metriche e certi ornamenti retorici bisogna avere le basi culturali giuste. Io ho la terza superiore. Nemmeno la maturità perché non avevo voglia di studiare. E non ho affatto studi classici che mi possano aiutare come preparazione o cultura.
 
Senti, ma sul serio i tuoi pensieri folli assomigliano a saltimbanchi da strada?

Oddio! Ma allora le hai lette davvero? Ahahhaahahahhaahha Sì! Certe volte sono così assurdi da apparire irrealizzabili. Poi, magari lavorandoci sopra, lasciandoli decantare e riprendendoli in mano qualcosa esce. Sono però sempre al limite della follia. 

E se lo dice una che in tenera età si scriveva da sola le telecronache delle partite di calcio, ci credo! ^-^
In questa tua prima raccolta c’è veramente tanto. Sentimenti, persone, figure di riferimento e tanta tanta natura. Cos’è che ti ispira di più?

Dipende dal momento. In genere anche quando parlo di fiori o nuvole mi riferisco ad un qualcosa di introspettivo. Sono metafore di sentimenti e stati d’animo che forse nemmeno conoscevo alla perfezione. 

Una raccolta di poesie è come una playlist musicale, almeno per me. C’è una logica o una motivazione dietro l’ordine e le tracce che hai scelto?

Assolutamente no! Ho cercato quelle che più mi piacevano e che in quel momento più mi rispecchiavano. 

Il poeta o la poetessa che inviteresti a cena. 

Neruda! Mi amor! 

Ma con Neruda, solo a recitar poesie…? – uahuahuhauhauha ok, puoi avvalerti della facoltà di non rispondere –

Beh… senza offesa, per il resto preferirei George Cloney o Richard Gere... anche Depp magari ahahahaahah - Non che Neruda fosse poi un gran bell'uomo eh…. Curiosa!

Buongustaia... ihihihihihihi - 
Il poeta o la poetessa che butteresti giù dalla finestra. 

All'epoca in cui andavo a scuola ti avrei detto Leopardi, perché studiare a memoria quella donzelletta che vien dalla campagna…. Beh! Era stata tragica! Io come memoria sono meno di zero. 
Oggi ti rispondo che chiunque scriva poesie non merita di volare dalla finestra. Può non piacermi, possiamo non essere in sintonia ma, sinceramente, massimo rispetto per tutti.


Massimo 10 parole per invitare i tuoi lettori a leggere le poesie di questa prima imperdibile raccolta.

Forza ragazzi! Le ho scritte io. Datevi da fare! ahahahhahahh

Spiega anche come fare per scaricare l’ebook, considerato che la sottoscritta è stata incapace fino alla fine – eheheheheheheh 

Oddio! Sul blog, nella colonna di destra c’è l’icona gialla LULU COMPRA. Si clicca sopra e si accede a Lulu per chi è iscritto. Altrimenti, in alto a sinistra del sito c’è "acquista". Cliccandoci sopra compare la libreria LULU, si fa la ricerca con il mio nome e si arriva all’ebook.


Domandona – pensavi tu che non ci sarei arrivata! Sto sogghignando, è vero -. Ma come fai a conciliare tutto? Intendo, proprio tutto. Il blog che va sempre a mille, le meravigliose poesie che scrivi, la tua presenza costante ed attenta su tutti i blog del circondario, le varie iniziative come ad esempio Insieme Raccontiamo? Cosa coltivi in realtà nell'orto di casa? Dai, a noi puoi dirlo…^_^ 


Non lo so! Qualcosa resterà da fare ahhahahahahah Sinceramente al pomeriggio ho necessità di star seduta perché io non sono fanciullina come te! Ahahahahh 

Poi ultimamente sto latitando anch'io. E’ un periodo così. Vivo però di rendita perché quando scrivo… ehm… scrivo post per 5/6 giorni quindi normalmente non dovrei avere buchi. E poi, scusa…. Ma vuoi che vi lasci tranquilli??? Ma perché farvi annoiare senza di me??? Sono altruista io… ahahhahaahha

Nell’orto? Gramigna… ma tanto quella viene da sola ahhahhahah gramigna ed erbaccia. Ormai né il marito né io siamo più in grado di guardare un orto. Al super è fresca la verdura...


Progetti poetici per il futuro?

Dipende dall'ispirazione e dal tempo. Sto cercando di preparare un libro di racconti, ma non so quando riuscirò. C’è l’idea, anzi, c’è la bozza ma è ferma lì da mesi.

Ultima questione. Perché una copertina monocromatica per l’ebook? Non sarebbe carino creare una copertina apposita, magari con una riproduzione artistica, un motivo fantasioso o un simbolo che contraddistingua questa tua prima raccolta? ^_* 

Ma semplice bambina! Io no buona ahahah...  Scherzi a parte, non sono stata capace a mettere un disegno. Troppo grande, troppo piccolo…. Uff… poi così capite quanta autostima ho...

Allora lancio io un'iniziativa. 
Udite, udite, chiunque voglia può partecipare ad un minimini concorso interno senza alcuna regola e solo per divertirci a creare una copertina simpatica ed espressiva per il primo ebook di Patricia ^_^
In palio, la raccolta di poesie "Liberi i miei versi" che Pat - senza ancora nulla sapere -  si impegna ad inviare all'autore della copertina prescelta.

 - Ti è piaciuta la sorpresa, Patty? :D -

Grazie per la disponibilità, Patricia, Grazie per il tempo che mi hai dedicato e per la pazienza.
 Grazie a chi si è soffermato a leggere questa chiacchierata semiseria che per me ha significato molto e Grazie a chi ne avrà tratto uno spunto per credere ancora nei sogni che altro non è se non la vera essenza del libro di Patricia Moll.

Vi lascio con una poesia tratta dalla raccolta, una poesia che secondo me rispecchia appieno l'Autrice. 
Augurando a me stessa e a ciascuno di essere giunco, sempre e comunque vada la vita.

COME GIUNCO 

Son come giunco 
Al vento 
mi piego 
fino a piegar la fronte 
a sfiorar la terra. 

Mi ferisco e sanguino. 

Ma quando
il vento tace 
mi rialzo 
vivo

(tratto da "Liberi i miei versi" di Patricia Moll)

47 commenti:

  1. Bellissima iniziativa, la tua!
    Anche io ho letto le poesie di Patricia e le ho trovate molto piacevoli e piene di sentimento.
    L'intervista, poi, è simpaticissima.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Franny!
      Quando si cerca di far qualcosa di particolare ci si impegna poi... a volte il risultato 'è, altre no ma è la vita.
      Bacio!

      Elimina
    2. Grazie Francesca! Il merito è tutto di Pat ^_^

      Un grande abbraccio!

      Elimina
  2. Deliziosa l'intervista, e poi Patricia è sempre molto aperta e spiritosa oltre che profonda. Bella idea Regina quella di intervistare l'autrice oltre che parlare del suo libro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniele!
      Regina me ne aveva parlato ma io sapevo solo dell'intervista. Tutto il resto... a sorpresa!!!!

      Elimina
    2. Grazie Daniele! Da piccola me ne andavo in giro ad intervistare tutta la famiglia, qui sul blog è la seconda intervista che faccio e devo dire che ci sto prendendo gusto :P... Magari apro una sezione apposita, credo fermamente che lasciar parlare gli autori renda molto di più che recensire un'opera in base al proprio gusto che poi è soggettivo.
      Certo, Patricia è unica! Eh, sì, meritava anche una dolce sorpresa per le sue poesie che sono veramente belle!

      Un abbraccio :***

      Elimina
  3. Complimenti a tutte e due a te per la bella iniziativa e a Patricia che apre il suo cuore in questa intervista come nei suoi versi. Brave, brave, brave.
    sinforosa

    RispondiElimina
  4. Reginaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!
    Io non ho parole per ringraziarti! Basta un grazie di cuore? Sei unica ma questo lo sai già. Te lo abbiamo detto in tanti.

    Appoggio la tua iniziativa e mi prometto che al vincitore, arriverà l'ebook come promesso.

    Grazie ancora stella! Un bacio enorme!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun grazie, Patricia cara, meritavi ciascun complimento! Lo meritavi assolutamente, per la tua bravura e per la persona speciale che sei ^_^

      Meno male che la sorpresa ti è piaciuta!! Mi son detta, mo mi tira le orecchie se le faccio cambiare copertina eheheheheh...

      Grazie a te per tutta la pazienza, ti ho veramente stressato, quanto rompo io...ahahahahahaha... <3

      Ti abbraccio infinitamente!!

      Elimina
    2. Perdonata... per la rottura😅😅😅😅😅

      Elimina
  5. La grande, la mitica Pat. Brava regina , hai fatto bene a regalarci questo bel post. Io alla Patri voglio bene, affetto e stima coltivate in belle chiacchierate su uozzapppp e tramite mail. Poi, ou, hahahaha non voglio darmi arie ma è dal 2015 che le poesie di Patri tremendissima patri sono nella pagina statica del mio blogghetto, tzè. Scherzi a parte, mi sono gustato articolo e intervista, bravissime, fortissime, dolcissime. Tostissime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma belin..ma grazieeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!
      Troppo buono anche tu! Intanto però cerca di ritornare tra di noi e di darci notizie del tuo nuovo libro!
      Bacio!

      Elimina
    2. Massi, e dopo uozzapp... via con Fb!! :DDDD Paaattyyy, facciamo il profilo!!! Ormai completiamo il tutto!! :D

      Condivido tutto quello che hai detto Massimiliano, questa donna è veramente speciale <3

      Ti abbraccio forte...e vengo a leggerti presto, ci sei troppo mancato :***

      Elimina
    3. Fb??? Che è? Facciamo Baldoria? 😅😅😅😅😅

      Elimina
  6. Bravissime entrambe:l'intervistatrice e l'intervistata.:)

    RispondiElimina
  7. Regina solo tu potevi condurre questa intervista (Guarda che è un complimento!).
    Divertente, bello sentire direttamente l'autrice, e brava a Patri per le sue poesie. La poesia finale è veramente bella.
    Sulla copertina, cosa vuoi che ti dica, non mi posso proprio tirare indietro 😆😆😆
    Dì la verità Regina, lo hai fatto apposta!!! 😏
    Avevo in mente di fare (a sorpresa) il nuovo logo di Insieme Raccontiamo, ma la copertina dei suoi versi è sicuramente più stimolante.
    Solitamente se faccio una copertina leggo il contenuto, ma non ho il leggi e-book (kindle o simile), per cui mi devo arrangiare partendo dal titolo.
    Meno male che non hai messo una data di scadenza 😅
    Ci provo, e non prometto nulla.
    Un bacio a tutte e due 😘😘
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UAHUHAUAHUAHUAHUAHUHAUHA...
      MARINAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA...mi hai sgamato!!! :DDDDD... Ti pare che lancio un'iniziativa simile e non penso a te?????... :DDD

      Se desideri posso darti qualche indicazione dietro le quinte sul contenuto delle poesie di Patricia, visto che la raccolta l'ho veramente letta parecchie volte ;) e tranquilla, non ci sono date di scadenza.
      Puoi anche posticipare il mio portasigarette, sono generosa ahahahahahahah...

      Ti adoro!!! <3 <3 <3

      Grazie per i complimenti, il merito è tutto di Pat.

      Un abbraccione immenso!

      Elimina
    2. Grazie Marina!
      Questa mattacchiona se le inventa tutte 😂😂😂😂😂

      Elimina
    3. Quel portasigarette me lo sto sognando di notte 😆
      Appena mi viene l'ispirazione ce la raccontiamo dietro le quinte, va bene 😜
      Chissà magari Patri fa una pubblicazione cartacea dopo, così le posso leggere anch'io 😁
      Baci.
      Marina

      Elimina
    4. Per il prossimo Marina. Qui ci sono poche pagine, troppo poche per la stampa!

      Elimina
  8. Patricia una persona splendida che mette anima in tutto quel che fa ...e tu semplicemente unica come si fa a non volerti bene... un abbraccio ad entrambe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto pensando di aprire una sezione apposita di interviste sul blog. Preparati, Giusina :PPP...
      Ti abbraccio forteeeeeeeeee <3 Grazie per tutto l'affetto <3

      Elimina
    2. Grazie Giusi!

      Ps attenta però! Se Reginella ti prpone un'intervista, primae beviti una camomilla 😂😂😂😂😂 aggiunge sempre domande 😂😂😂😂

      Elimina
  9. Una bella intervista, i miei complimenti ad entrambe.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  10. Brava l'intervistatrice. Eccellenti le risposte. Per come la conosco io non poteva che rispondere così. Io spesso le faccio il verso (poesie sono, quindi...) scrivendo al volo le mie "cotte e mangiate" che ho ideato proprio per lei, ma non è per metterla alla berlina. Smetterei subito se a qualcuno venisse tale idea. Così, per gioco e perché lei non ci si incazza. (detto tra noi mi divertirei di più se ci si incazzasse di brutto, ma non andateglielo a dire). È brava e mi piace come scrive. Non ho però letto il suo ebucche. Proverò a scaricarlo. Vedarin.
    Ciao Pat. Ciao Irene e grazie a tutte e due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te, Vincenzo *_*. La Patri che si incacchia per un salutare e genuini sfottò? La vedo dura... :D E' portatrice sana del gene dell'ironia, lei. Ce l'avessero tutti :D...

      Io adoro chi scrive con passione, e lei lo fa. Questo mi è bastato per voler approfondire, certo con i miei tempi, che sono risicati e comunque gravati dalla forte esigenza di non essere superficiale. O vado fino in fondo e cerco di capire o lascio proprio perdere.

      Ancora grazie e un abbraccio :*

      Elimina
    2. Sono altre le cose chd mi fanno incaz***e!
      Ah,no! Quasi quasi ci ripenso e m'arabbio! Grrrrrrrr
      Noooooo! Peggiorano le rughe

      Elimina
  11. Storiche blogger tutte e due!
    Vorrei partecipare al miniconcorso e vorrei qualche delucidazione per cortesia : una copertina creata per intero, magari con immagini e un risvolto di copertina?
    Grazie.
    Criestiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana! Grazie per esserti soffermata a leggere ^_^
      La copertina serve per l'ebook, è in pratica quella dell'immagine di questo post, in alto. Suppongo che basti il frontespizio digitale, in modo da poterlo sostituire con lo sfondo semplicemente verde che Patricia ha adottato fino a questo momento.

      Sei la benvenuta se ti vorrai divertire a crearne una ^_^

      Grazie, un caro saluto!

      Elimina
    2. Grazie Cris!
      Daiiiii! Sono proprio curiosa di vedere la presentazione delle varie copertine che farà Reginella.....
      Chissà se me la lascerà scegliere? 😆😆😆😆

      Elimina
  12. Ma io son fuori dal mondo e non ne sapevo niente!! Che dire, complimenti a Pat perché ti sei buttata e hai condiviso la tua arte e la tua anima, ci vuole coraggio per farlo! E complimenti a Regina che come sempre mostra la sua personalità solare e divertente anche nelle vesti di giornalista! Brave ragazze!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena! ci siamo divertite entrambe a giocare, e ne è scaturito qualcosa di bello che speravo potesse raggiungere tutti coloro che avrebbero voluto leggere ^_^
      Grazie cara e... danza danza danza sempre! <3

      Elimina
    2. Ciao Serena.
      Ci siamo davvero divertite.hai presente i bimbi piccoli che giocano a fare i grandi? Ecco! Noi due.... 😊

      Elimina
  13. La cara Patricia, generosa con i versi e non solo. Un vero piacere leggere questa intervista...
    Vi abbraccio entrambe. Maris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maris. Grazie infinite anche a te!

      Elimina
  14. Pat è un'amica, mi capisce, anche quando io in risposta a certe sue liriche veramente belle -ma non glielo andare a dire, che l'ho scritto io volevo dire- scrivo una mia "cotta e mangiata", che spesso è irritante.
    Scrive belle poesie, liriche, leggere ma che si legono volentieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vincenzo! Mi inca**rò un'altra volta ahahahahahhaah

      Elimina
  15. Ecco, le interviste andrebbero condotte così, in modo scanzonato ma serio, come una chiacchiera fra amiche: voi due mi avete fatto questa impressione.
    Ho già notato la profondità di Patricia, lei scherza, ride, è ironica, simpaticissima, ma poi quando scrive i suoi versi viene fuori la parte di lei intima, qualche volta sofferente. Questa completezza mi piace.
    Un abbraccio a entrambe. 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina!
      Sai... diciamo noi piemontesi che bisogna far gli sciocchi per non pagare la tassa. A volte si sorride per non pensare troppo.
      Bacio!

      Elimina
  16. I versi di Patricia meriterebbero, secondo me, di apparire in una collana di opere di poesia moderna (ammesso che ne esistano ancora, non ne sono sicuro). Brava anche l'intervistatrice (ma qualcuno ne dubitava?).
    Tempo di partecipare al concorso purtroppo non ne ho in questo periodo, a meno che Patricia non si accontenti dei miei vecchi fotomontaggi cosmici, visto che le sue poesie non mancano talvolta di avventurarsi verso lidi lontanissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ivano ma non ti sembra di esagerare????? E poi, no, non esistono più. Le hanno (s)cancellate per paura che arrivi io ahhahahahaha
      Sull'intervistatrice niente da dire ma lo sappiamo che la nostra Regina Irene è unica!

      Io non metto lingua sulla copertina. La madama Regina ha fatto tutto da sola e mi ha già detto che sceglierà lei, quindi.... :)
      Tu lanciati lo stesso se trovi il tempo. Che triboli un po' ahahhaahahahahahh

      Elimina