martedì 14 febbraio 2017

Innamorati alla Stazione

Discorsi tra pendolari, mi piace ascoltarli: è rubare un pezzetto di mondo, farlo anche mio.

Lui e Lei, li vedo ogni giorno. Si corteggiano da tempo, si rincorrono, si aspettano alla banchina. Hanno affittato un sedile fisso che nessuno osa usurpare: è il loro regno.

Il loro cosmo: la stazione, il treno. Oltre, sono altro, non esistono in due, sono quello che sono e che forse disconoscono a vicenda.

Oggi, lei glielo ha chiesto: “Ma che lavora fai? Che macchina hai? Perché non me lo dici...?"

Lui ha sorriso: “Ma che te ne importa, è già così stressante stare in macchina, andare a lavoro…”

Lei ha socchiuso gli occhi, ed anche il cuore. Il suo cuore sfavillante ha smesso di brillare dallo sguardo.

"Ma come, ti arrendi?", ho pensato. Diglielo, butta via quel silenzio che tieni in mano e diglielo.

Lavoriamo per vivere, non viviamo per lavorare, un lavoro è come un nome, non parla di noi. Forse che quella che chiamiamo rosa cesserebbe d’avere il suo profumo se la chiamassimo con altro nome? 

Ma il tuo lavoro è anche l'acqua dove si abbeverano i pensieri miei, è lo sguardo che rivolgo ai tuoi gesti, come lo è il cortile che osservi dalla tua finestra, come lo è la tua vettura.

Credi m'importi sapere che macchina hai...? Fosse una Cinquecento, ne esistono milioni, ne vedo ogni giorno, ogni ora, e sono tutte uguali, nessuna esclusa. Se invece sapessi che hai una Cinquecento, allora ognuna di quelle che incontro mi parlerebbe di te, sarebbe un lampo dentro agli occhi, un bagno d'emozione per l'anima .

Allora non chiedermi che importanza ha il tuo lavoro, o la tua macchina, perchè dicendomi che macchina hai non mi dai solo un'informazione, ma regali un senso a tutte le Cinquecento che incontro.

E’ un bel regalo, a ben pensare. Un bel regalo…

Ma il treno si è fermato e Lei è di già volata via. 

<--- @@@

Una dolcissima giornata dedicata all'Amore a ciascuno di Voi. Nonostante io creda che ogni giorno sia il giorno dell'Amore e che l'Amore vada anche inseguito, fermato, coltivato, supportato e sopportato, con forza e coraggio.

<3

21 commenti:

  1. Bello Irene, molto. Gli amori che si affacciano in mezzo alle poche parole e ai mille pensieri sono quelli che difficilmente dimentichi, anche se non faranno mai parte della tua vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come diceva qualcuno? L'amore più bello è quello che non abbiamo mai veramente vissuto. Perché in alcun modo l'abbiamo consumato.

      Un abbraccio, Marina! E Grazie <3

      Elimina
  2. Bel post! Parliamo d'Amore e parliamone di più. Ben venga San Valentino. ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son d'accordo. Se tanto deve servire a concentrare un pò d'amore in più fosse anche tutto in un giorno, ben venga ^_^

      Ti abbraccio Verbena <3

      Elimina
  3. Bello il post, stella ma soprattutto la tua chiosa in rosso...

    Una dolcissima giornata dedicata all'Amore a ciascuno di Voi. Nonostante io creda che ogni giorno sia il giorno dell'Amore e che l'Amore vada anche inseguito, fermato, coltivato, supportato e sopportato, con forza e coraggio.

    Perchè così deve essere Ogni giorno della vita. Non solo quando ce lo ordinano gli altri :)
    Bacioneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ogni giorno sia, Pat! Anche se ci son giorni che... sono una faticata... ahahahhahahhaha...
      Ma se fosse semplice, alla fine l'amore non avrebbe così tanto valore ;))

      Ti stritolo in un abbraccio <3

      Elimina
  4. Bel post, veramente.
    Buon san Valentino.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sinforosa,
      un abbraccio e buona serata :***

      Elimina
  5. Grazie,Irene. Buon san Valentino anche a voi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dolcezze!
      Ti abbraccio forte forte forte <3

      Elimina
  6. Omaggio al film "Innamorarsi" con Robert De Niro e la Meryl Streep?
    No, il tuo è più bello, più vero ed autentico. Parla di ognuno di noi, anche se non sostiamo alla stazione.
    Non amo San Valentino, come tutte le cose imposte. E poi non ti fa incazzare che qualcuno ti RICORDI che DEVI essere innamorato? Quest'anno festeggio con una favola ;)
    Un bacione
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, tu mi fai arrossire, come sempre. Guarda che De Niro e la Streep ci denunciano entrambe ahahahhahahahah...

      Io non lo so se amo o meno san Valentino, sai. Per come stanno messe le cose, al giorno d'oggi e nella nostra società, persino il Natale ti passa la voglia di festeggiare. E' che tutto sembra avere un che di imposto, uno sfondo puramente commerciale. Però ieri il pasticcere dove mi sono fermata a prendere un tubo di baci mi ha detto: Signorina, (e già solo per questo l'ho perdonato in anticipo di qualsiasi pensiero stesse per esternare), ma se per un giorno tutti noi pasticceri, e i fiorai, e i ristoratori, e via dicendo, lavoriamo un pò di più e tutti voi innamorati vi incazzate un pò di meno, che male può venirne?...

      E detta così... ^_*

      Ti ABBRACCIOOOOOOOOOOOOOOOOOOO <3 <3 <3

      Elimina
  7. ma che dolcezza.... è vero sai? succedeva anche ame ... arrossivo e il cuore palpitava più in fretta non appena scorgevo tutte le mini minor rosse e allungavo lo sguardo per riuscire a scorgere il guidatore ... succedeva così ad ogni auto ... forse è una qualitò che appartiene a noi donne innamorate e portiamo quegli attimi tutta la vita ...bellissimo...auguri per tutti gli istanti d'amore ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...dunque anche per gli istanti (luuunghi) che tu mi dedichi!..
      E se non sei Amore tu!

      Dolce e romantica Giusina, ti abbraccio immensamente... <3

      Elimina
  8. È davvero molto bello *__*
    La comunicazione è assai difficile XD
    Un abbraccio!^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre la comunicazione a fregarci (SOB)

      Abbraccio multiplo a te, mia adorata Glò <3

      Elimina
  9. Tu sei l'anima gemella mia... anche tu dai parole alle cose che provo... con la storia della cinquecento hai colto nel segno.
    Bello bello questo post.
    Ti abbraccio stretta
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franci ma che c'hai la Cinquecento?... Io una Panda :/ ma volevo la Cinquecento gialla (uff)...
      Comunque colgo al volo il tuo invito e ti scrivo presto, così da brave anime gemelle approfondiamo ^_^

      Io l'abbraccio stretto me lo piglio...e qui rimango. Stretta stretta che ne ho bisogno <3

      Elimina
  10. Molto delicato Irene. Bello. Mi è piaciuta anche la citazione di Shakespeare. Davvero un bel racconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi, veediiiiii che a te non è sfuggita :D

      Grazie, Massimiliano, in verità è una mezza riflessione scritta quando ancora facevo la pendolare. Adesso che non la faccio più, stranamente ci sono periodi in cui divento nostalgica. Forse sono una dei pochissimi che ha adorato per anni andare per mezzi pubblici... Che bella finestra sul mondo che era pendolare.

      Un abbraccio, buona giornata

      Elimina
  11. Che dolce pensiero... anche a me piace ascoltare, osservare le persone che viaggiano...la stazione, l'aeroporto sono tutti posti un po' "magici", sono piccoli mondi, dove ci si incontra per segmento di vita... si parla di tutto e di niente, a volte ci si ri-incrocia, altre volte no... è proprio questo rincorrersi e non prendersi che si chiama innamoramento.
    Un abbraccio grandissimissimo!!!!.. e buon san valentino in ritardissimo!!!! Eli

    RispondiElimina