giovedì 19 gennaio 2017

Anno nuovo… vecchio blog (con qualche modifica personale)

L’anno che è appena trascorso è stato uno dei più faticosi. Gli ultimi mesi, in particolare, sono planati in velocità su una tale accozzaglia di peripezie e preoccupanti contrattempi che stargli dietro è stato come ordinare a bruciapelo ad un centometrista di fare una campestre di tre chilometri in un giorno di pioggia.

Ma chi è che non attraversa momenti difficili? La vita perderebbe di gusto se fosse sempre cosparsa dell’aroma dolce e speziato della pura e serena felicità. Senza il nero non esisterebbe il bianco, senza la pioggia non si apprezzerebbero appieno il tepore e la gioiosa luminosità del sole.

L’equilibrio delle cose, sono in tanti a sostenerlo, pare sosti all'incirca a metà.

Io ci ho provato. A mantenere l’equilibrio, intendo. In bilico sulla corda sospesa tra il pilastro della fiduciosa positività e del buonumore e quello dell’universalissimo sfankuliziamoilmondointeroalquadrato. A volte pendevo da una parte, a volte sono scattata di piglio dall'altra, ma tutto sommato non direi di essere andata male.

Certo, c’è stato un momento in cui avrei volentieri cambiato ogni cosa, tutte quelle cose che è facile, o quasi, sognare di poter cambiare, macchina, casa, stato, pianeta, come se cambiare tutto potesse in qualche modo essere risolutivo dei problemi che ci affliggono. 

Pure questo blog volevo cambiare, anzi, quando mi ci cadeva il pensiero ero proprio intenzionata a chiuderlo, eliminarlo, sopprimerlo, dargli fuoco. Che dovevo farmene di questo contenitore nato per gioco, mantenuto per divertimento, gestito addirittura sotto pseudonimo perché quando gli avevo dato vita, anni or sono, non avevo idea di cosa avrei mai scritto o detto in un blog, né conoscevo lontanamente il funzionamento della blogsfera, e mi era sembrato fikissimo giocare con il mio nome e cognome per dare forma ad uno di quegli pseudonimi chic da scrittucola, tanto a chi sarebbe interessato?

Invece, con il tempo, le cose, queste cose che in un modo o nell'altro c’entrano con l’equilibrio e più o meno con tutte le faccende delle vita, sono mutate. O meglio, credo che siano andate come dovevano andare, a dispetto del mio iniziale menefreghismo sulla questione. Il blog si è riempito di me, di cose mie, di stralci della mia vita, di scritti che alla fine sono straripati e in alcuni casi hanno seguito la via di altri progetti. Tramite la blogsfera ho conosciuto persone meravigliose, anime gentili e di spessore che hanno colmato la mia esistenza con la loro presenza discreta ma costante, anche e soprattutto al di fuori della vita di blog. Il blog stesso, inizialmente seguito da una manciata di avventori occasionali, è cominciato a piacere a dei lettori fissi e ha preso a fare il giro dei familiari, degli amici di vecchia data, dei conoscenti con cui condivido la stessa passione per la scrittura.

Da quest’anno, pertanto, oltre a riabbracciare il mio adorato angolo di blog con la speranza di non lasciarlo più per così tanto tempo alle intemperie del nulla, ho deciso di apportare un paio di modifiche di carattere strettamente personale.

La prima modifica è relativa al nome del mio profilo. È ovvio che per nessuna ragione al mondo abbandonerò mai il nomignolo di Regina che troppo caro mi è diventato nel corso di questi anni, ma per allineare anche tutte le conoscenze che oramai si alternano su altre finestre social e considerato che alcuni dei racconti presenti nel blog sono stati richiesti e compariranno in altri ambiti con il mio nome e cognome, mi sembra doveroso uniformare in qualche modo l’identità dei contenuti (sia mai che mi colpisca la maledizione del plagio a me stessa).

La seconda modifica consiste nel cambio di immagine. Ebbene, sì, saluto con un pizzico di nostalgia la ragazza in volo sull'altalena sospesa sul mare al tramonto che sin dall'inizio mi ha contraddistinto e che fin troppo ho amato perché mai icona mi ha rappresentato meglio, e metto su una fotina mia. Ma non una foto qualsiasi, bensì una foto scattata a bruciapelo dallo Gnomo la scorsa estate, per l’appunto mentre ero intenta a scrivere. Perché lo Gnomo, a soli quattro anni, è diventato uno smart-phontografo provetto. E non è tanto il numero di foto a raffica che riesce a scattare a tutta la famiglia non appena si ritrova con un cellulare utile alla causa in mano, quanto piuttosto la scelta dei momenti che immortala e la selezione accurata dei colori con un gusto smodato per il bianco e nero a lasciarci in qualche modo sorpresi e interessati.

Allora, perché no, mio figlio, più di chiunque altro, è riuscito a vedermi per quella che sono ed io, con orgoglio, ne approfitto.

E dopo tutti i miei inutili blabbblablà, non mi rimane che la parte più importante:

AUGURARE A CIASCUNO DI VOI, AMICI, UNO SPLENDIDO ANNO

Un anno meraviglioso e indimenticabile, di quelli che regalano ogni Bene e tutto il Bello. 

Ed anche non fosse, ricordate che il Bene e il Bello tornano sempre, tocca solo saperli aspettare o magari, a volte, saperli rimettere in riga a suon di sculacciate: qui, dovete stare Bene e Bello, qui!, e che cavolo…


33 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. Dall'emozione ho scritto ca..pperate!
    Come sono felice di ritrovarti!!!!!
    Spero che i tuoi problemi siano risolti o in fase di risoluzione almeno.
    Bacio grandissimo e bentornata! 😙😙😙😙

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhahaha... Patty tu puoi scrivere come ti pare, il tuo GRAN CUORE arriva sempre e comunque :)) Graaazieee! E grazie per tutto l'affetto di questi mesi :*

      Elimina
  3. Sono contento di ritrovarti. Molto contento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non sai quanto sono contenta io di ritrovare voi, Massimiliano. Un forte abbraccio! :)

      Elimina
  4. Pur di leggere il post ho rischiato di finire contro il palo 😃 ... poi quasi mi stirano, ed infine ho rischiato di perdere l'autobus!
    Eh già sono per strada, ma non volevo perdermi il tuo ritorno 😉
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahahhahah... Oddio Marina, rischiare di perderti proprio adesso che ti ho ritrovata... Non me lo sarei mai perdonata! Ti abbraccio forte forte forte <3 :D

      Elimina
  5. Oh, che bello! Ti ho pensato, sai? Vedevo quel tuo blog confinato sempre in fondo alla mia lista e dicevo" mma, chissà, tornerà fra noi?" E sei tornata! :) per quel poco che ti ho conosciuto, è scattata una bella sintonia, per cui BENRITROVATA e Augurissimi anche a te per questo nuovo anno. Il bello, torna, torna sempre! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore Marina! Giuro che quasi mi commuovo per il calore che avverto in ciascuno... :)) Ti abbraccio e a prestissimo :*

      Elimina
  6. Eccoti qui, sono felicissima, temevo davvero chiudessi il blog!! Prima o poi il coraggio di metterci nome e faccia bisogna trovarlo per far crescere un progetto..e secondo me tu hai del talento e fai bene a mostrarti! Bentornata Irene 😊😊😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena cara! Sono felice anche io di ritrovarti <3
      Bè, su nome e faccia non è che avessi così tanti problemi, in pratica quasi tutti i blogger che ho conosciuto tramite blog sostano ormai sul mio (unico) profilo fb (mi manchi tu?... mmmmhhh)e haivooogliaaaa a visualizzare me, i cuccioli e il consorte... Che poi io non è che sia una patita eh, anzi il mio rapporto con tutti i social è identico a quello che si può avere con una suocera: ci si sta insieme e le si vuole bene giusto per amore di chi si ama ;))

      Invece qui sul blog avrei volentieri continuato ad usare lo pseudonimo - ma quanto è fascinoso lo pseudonimo??? pensa a Sveva Casati Modignani, Italo Svevo, Umberto Saba, Carlo Collodi, persino la Kinsella ha scritto sotto pseudonimo - non fosse che alcuni dei racconti, praticamente "sequestratimi" da amicizie che operano in associazioni culturali al sud, hanno seguito e stanno seguendo altre strade, e allora mi sembrava corretto uniformare l'identità delle cose, sai che minestrone altrimenti. In certe questioni tocca essere coerenti... EEEEhhhhhh mica sono Sveva io, avessi il suo talento allora si che lo pseudonimo ci starebbe a pennello ahahahahahhahaha... Comunque grazie per il complimento! sei fin troppo cara!
      A presto amica! :*

      Elimina
    2. Ah ma perché su fb io non ho un profilo del blog anzi, lo tengo (in parte) nascosto..allora ti cerco col mio profilo privato amicaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!

      Elimina
  7. Eccoti qui, sono felicissima, temevo davvero chiudessi il blog!! Prima o poi il coraggio di metterci nome e faccia bisogna trovarlo per far crescere un progetto..e secondo me tu hai del talento e fai bene a mostrarti! Bentornata Irene 😊😊😊

    RispondiElimina
  8. Che bella sorpresa il tuo ritorno!
    Spero di riuscire a passare spesso da qui.
    Attendo i tuoi meravigliosi racconti.

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maira, TESORO!!!
      E tu??? quando torni nella tua stanza quasi rosa???
      Io attendo Te! Ma almeno mi scrivi e mi racconti qualche novità?
      dai dai dai, è una vita che non ci sentiamo!!

      Ti stritolo di baci!!!:***

      Elimina
    2. Mmm credo che non ci tornerò più... Ma cercherò comunque di non abbandonare nessuno del tutto...
      Novità mica tante? Solita vita, bella eh per carità, sono serena finalmente...
      A presto
      Baci!!! :*

      Elimina
  9. Sono proprio contenta di risentirti. Ti auguro tutto il bene e il buono che cerchi.
    Buona serata e a risentirci.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immensamente grazie, Sinforosa!
      A risentirci presto.
      Un abbracio :*

      Elimina
  10. Bentornata! Non sai quanto mi sei mancata! La foto è bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcezze!!! Mi sei mancata anche tu! Taaaantoooooo

      A presto! ;)
      Un abbraccio immenso e buona giornata :***

      Elimina
    2. p.s. hai visto che fotografo? :D Chissà se manterrà la passione...

      Elimina
  11. Bentornata. Mi sei mancata parecchio, ragazza, e sono felice che tu abbia deciso di non abbandonare il blog. Non vedo l'ora di prcominciare a leggerti.
    Un abbraccio e buon anno
    Francesca

    P.S. I cambiamenti fanno bene e sono necessari.
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca! Mi sei mancata tantissimo anche tu. Mi è molto mancato leggerti:)
      Eh, sì... tu stessa me lo hai insegnato lo scorso anno: i cambiamenti spesso sono necessari, seguono la nostra evoluzione interiore e di vita ;)
      A prestissimo. Un bacio, un grosso abbraccio e uno splendido fine settimana <3

      Elimina
  12. Carissima! Come sono contenta di ritrovarti qui!
    La foto è bellissima, del resto, i nostri bimbi sanno cogliere di noi tutte quelle sfumature che solo loro saprebbero trovare! (anche la foto del mio profilo l'ha scattata il mio Tatino!)
    ...e il tuo Gnomo mi pare davvero bravino, eh!
    Per il resto, per me rimani Regina, sempre e comunque.
    E quando parlo di te con mio marito, per lui diventi "quella della tabella piramidale del diabete"... Una specie di Faraona, insomma... :)
    Bentornata cara! Ti auguro tutto il bene che possa esistere, perché te lo meriti TUTTO!!!! Un abbraccio grandissimissimoooooo! Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahhaahha... mi inchino a tuo marito, Elisabetta, che solo per essere tale sarà di sicuro una persona straordinaria come te ^_^
      Grazie per tutto l'affetto! E chiamami come più preferisci, tanto lo sai bene che rimango sempre io, "quella della tabella" :DDD (che tenerezza ripensare a quel periodo... ero così tanto emozionata per te... ).
      Abbracci e baci formato famiglia! Trascorrete uno splendido fine settimana :***

      Elimina
  13. Irene, che piacere rileggerti! Un abbraccio grande!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara! è bello ritrovarti ^_^... Un abbraccio grandissimo anche a te! A presto mia cara :***

      Elimina
  14. Ma che bello ritrovarti cara Regina.
    E che bella la foto che ti ha fatto il tuo bimbo.
    Bentornata!
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Maria! Grazie grazie <3...
      A presto, di certo passerò a trovarti, è fin troppo tempo che non vengo a sbirciare tra le tue splendide creazioni :***

      Un abbraccio!

      Elimina
  15. Lo conosco bene il tuo nome ma rimani la mia Regina. ... e mi piace tanto leggerti e in più so quanto piace a te...per cui ti auguro di continuare a farlo tutte le volte che vorrai perché significa che puoi ritagliarti tempo e regalare a noi le tue emozioni. ..un abbraccio grande a te e voi tutti. ..bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio amore per te è infinito, non mi stancherò mai di dirtelo!... E tu ci sei SEMPRE, blog o non blog... Ormai fai parte della mia vita e sono stata troppo fortunata a conoscerti <3

      Elimina
  16. Ecco trovato il post malandrino che mi era sfuggito.
    Complimenti al fotografo e al soggetto che ha scelto, ha talento.
    Anche la mia foto è stata scattata da mio nipote seduto a terra mentre gli mettevo gli anti scivolo. ;)
    Nel leggerti ti immagino in equilibrio sul filo.
    Mi rivedo alla tua età, con prole al seguito (due anni e mezzo di differenza tra la prima e la seconda figlia), lavoro, macchine che cadevano a pezzi, momenti in cui contemporaneamente avrei dovuto essere in diversi posti e gli immancabili imprevisti e angustie che mi scombussolavano.
    Regina delle Regine hai tutta la mia ammirazione.

    RispondiElimina