domenica 18 settembre 2016

Il Coltello


"Il periodo era nero.
 Impugnò il coltello 
e ne accarezzò la lama affilata. 
Attese un istante, poi lo affondò: 
delicatamente ma con decisione, 
proprio al centro della torta. 
Quel giorno doveva coccolarsi, 
la dieta poteva pure aspettare."

@@@

Il periodo è intenso. Il rientro è stato dei più movimentati ed ha regalato diverse gatte da pelare e nuovi assestamenti da compiere.

Nel mentre che realizzo quale fascia della giornata possa ancora sorridermi concedendosi ad amoreggiare tra il blog e le mie già limitate letture, sono stata nominata da Marco Lazzara per partecipare all'iniziativa mensile della Community Amami più che mai, love poetry.

Il tutto consiste nello scrivere un breve pensiero - compreso entro i 200 caratteri e contenente la parola del mese - da postare successivamente nella sezione aforismi della community, insieme alla menzione di altre due persone che possano proseguire nello stesso modo.

La parola del mese di Settembre è "Delicatamente".

E quello che avete letto è il mio contributo che è venuto fuori camuffato più da mini racconto che da pensiero.

Le "nomination": per forza di cose e non avendo potuto frequentare fino ad ora la community in questione per mancanza di tempo e certamente non di interesse, le mie menzioni cadono su: 

- Patricia Moll, che conosce molto bene l'iniziativa e più volte ne è stata partecipe;
- Giusi Giordano, che ignara e, suppongo, non iscritta alla community... saprà di certo far tesoro dello spunto.

@@@

Se poi il mese di Settembre, così come è arrivato, volesse in via definitiva e delicatamente procedere oltre, ne sarei pure felice.
Nonostante il dilemma che ne sorge sia ben lontano dall'essere delicato: tutto il tempo che desideriamo corra via, infatti, non fugge forse  invano e irrimediabilmente lontano da noi?

Oggi credo proprio che preparerò un dolce, magari una torta.