mercoledì 13 luglio 2016

COSEDIVACANZA #2

Di Ratatouille ed altri ospiti...


Il bello di stare in vacanza nella casa al mare di un piccolo centro è che veramente non ti senti mai solo.

Già il secondo giorno che stavamo qui, lo Gnomo Guerriero è entrato di filata ed ha saltellato per tutta casa all'urlo di:

- Mamma, mamma, guarda, un drago!

Quanto amo mio figlio ed i suoi tre anni e mezzo di fantasia, ho pensato. 

Poi invece l'ho vista. Una lucertolona che si dimenava per la coda dalla mano del pargolo, in evidente posa poco felice considerati i violenti strappi coi quali tentava di liberarsi.

- Gnooooomooooo -, ho sibilato - riporta subito quella lucertola al suo posto!

- Ma mamma... è un drago!

- No, è una lucertola...

- No, è un drago...

E mentre noi decidevamo a quale specie appartenesse, è accaduto l'irreparabile. La lucertola-drago ha dato un deciso stacco di reni e se n'è fuggita via, a metà. Nel senso che il corpo se n'è tornato da dove era venuto e la coda è rimasta in pieno movimento in mano al cacciatore.

- Guarda mamma, mi ha lasciato la coda che si muoveeeeeeee... Te l'avevo detto che era un drago!Mo gliela vado a riattaccare...

Ed è ripartito.

Sedato lo stomachevole stupore, e al fine di rincuorare il neo promosso cacciatore di draghi del danno provocato, sono seguite ricerche varie sul perché e per come fosse stata possibile una roba simile, fino a definire che le lucertole possiedono un punto naturale di distacco poco sopra l'inizio della coda di cui si liberano volontariamente nel caso in cui si sentano minacciate da un predatore. La stessa ricresce spontaneamente in due, tre giorni.

Fatto sta che, coda o non coda, di lucertole non se n'è vista più neppure l'ombra. Emigrate in luoghi certamente più tranquilli, armi e bagagli, le colonie di lucertole hanno stretto un patto col nemico: noi diventiamo vegane, hanno lasciato detto, ma voi distruggeteli.

Altrimenti non si spiega l'orda di zanzarone che ha invaso l'invadibile. E giù i nonni pacche da orbi su ogni metro quadro di pelle libera. SBAM! La gamba. SBAM! La spalla. SBAM! La fronte! Da rimanere auto-tramortiti.

Ma si sa, non di sole zanzare vive l'uomo. 
Così, la sera dopo ceniamo all'aperto, nel cortiletto davanti all'entrata di casa che viene di spalle a tutti tranne che alla sottoscritta.

Sto li che banchetto a quattro ganasce tra il pesce grigliato e la focaccia con le melanzane e la ricotta, quando alzo lo sguardo e lo vedo. Viene avanti sulle maioliche della cucina; grande, di un grigio scuro azzannato di bianco, inseguito dalla lunga coda a punta - che persecuzione queste code -.

Il cuore stila una lista di possibilità:

1-  I vicini possiedono un criceto di una razza strana che è appena scappato via;

2 - La zona pullula di scoiattolinonscoiattoli che hanno il vizio di peregrinare per le abitazioni altrui;

3 - È appena arrivato un ET formato mini dallo spazio che sta cercando il telefono per chiamare casa. 

E mentre rifletto sulla questione, continuo ad indicare un punto impreciso oltre le spalle di mia suocera che mi siede di fronte e che ha preso a schiaffeggiarsi, supponendo probabilmente che io ce l'abbia con una zanzara delle dimensioni di uno pterosauro.

Infine la testa ha la meglio e mi impone di gridarlo. 

- Un... un... un... TOOOOOOOOOOOOOPOOOOOOOOO!

Ma sentendosi sgamato, il topo fa retromarcia e sparisce dal campo visivo.

Ora, con tutto il rispetto per gli animali e per il loro benessere, a me il topo fa veramente schifo. Già mi fa senso Ratatouille che nel cartone spadella e possiede il talento dello chef, figuriamoci un qualunque topo di fogna grande come un cucciolo di gatto che passeggia nella mia cucina.

Scopa alla mano del Consorte, ed inizia la grande caccia.

Prendilo, acchiappalo, vedilo, passalo, fermalo, inseguilo... Che una partita di hockey sul ghiaccio contro i Winnipeg Falcons sarebbe stata di sicuro meno faticosa.

Quando Rémy è finalmente sotto la stretta ferma dell’eroe di casa – ti risposerei cento volte, marito mio! – il nonno si offre di portarlo in esilio lontano lontano da qualsiasi possibilità di rientro, e tutti tiriamo un sospiro di sollievo.

Che cosa può succedere ancora?

Che le blatte di tutto il vicinato, non vedendo tornare l’amico topo, si facciano coraggio e, appena ventiquattro ore dopo, vengano a cercarlo nel cortile dove il roditore è stato avvistato l’ultima volta. Blatte a non finire, a secchiate, a fiumi, che incacchiate corrono, svolazzano, ci inseguono, prendono addirittura a scalare le finestre…

Papà!, prendile, acchiappale, saltale, zumbale… Lo Gnomo è esaltatissimo, a lui non pare vero: draghi, topi, ragni, insetti… Questa sì che è vita! Vuoi mettere con la monotonia statica e disinfestata del nostro appartamento nella Capitale?... 

Tant'è che felice come non l’ho mai visto, si piazza di secchiello da mare e mi fa:

- Mamma, che belle le vacanze, adesso raccolgo qui tutti i nostri amici e li porto a casa con noi…



23 commenti:

  1. Non so né il perché, né il per come, ma il fatto è che le zanzare femmine si sono innamorate di me.
    Un amore violento fatto di morsi e succhiamento di sangue.
    Mi andrebbe anche bene, in fondo è un donarsi, ma l'esagerazione , anche se è frutto dell'amore può anche scocciare.
    Ho acquistato un prodotto della Bayer, un prodotto umanitario. Nebulizzato stordisce le mie amiche che svolazzano ma non hanno la forza di pungere.
    Una tristezza. Questa sera mi sono commosso.
    Ho allungato il braccio e la zanzarina più bella si è adagiata sul mio polso.
    Con le forse residue che le erano rimaste è riuscita a pizzicare.
    Ora ho un ponfetto simpatico.
    Pizzica pure, ma cosa non si fa per l'amata.
    La zanzarina ha ringraziato e mi ha promesso che tornerà a baciarmi.



    Regina, ha ragione tuo figlio, era un drago nano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che uomo romantico, Gus. Adoro il romanticismo.
      Ne potrebbe nascere una novella, o una favola da raccontare ai bimbi, con un bel seguito, un bel finale... "L'uomo che sussurrava alle zanzare" o "L'omone buono e la zanzarina innamorata": vedi come suonano bene? ^_^

      Eh sì, c'è sempre da imparare dai figli...

      Una splendida serata...in zzzZZante e dolce compagnia... ehehehheeheh

      Elimina
    2. Oddio che uomo fantastico che si sacrifica per una femmina assatanata ahahah... troppo simpatico Gus ...<3 <3 <3
      ok qui ci sono zanzaroni invece ti zompano addosso sena chiedere il permesso ... non li sopporto ....

      Elimina
  2. Ahahshah non so se sto ridendo per le trqgicomiche avventure di casa Zalieva o per il commento di Gus. 😅
    buonevacanze Regina e buon flirt Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, è sempre valido il mio invito a raggiungermi in terra sicula. Prima o poi ti porto a casa di Montalbano, quella vera, quella del film!...

      Poetico Gus, leggerò di certo il suo commento ai miei suoceri che tanto detestano le amorevoli creature: chissà che riescano a farsi pure loro una dolce risata...

      Elimina
  3. Beh...cose di vacanza. Comunque io all'invasione delle blatte avrei fatto le valige

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcezze, passa da casa, ti presento tutta la ciurma di bestiole... ahahahahahahhahaah...
      Adesso posso anche immaginare la tua faccia... ^_^

      Elimina
    2. Taci...non so più come fare x le formiche...ho provato di tutto...si moltiplicano!!!!!!!!

      Elimina
  4. Lo Gnomo è un valentissimo cacciatore, devi prendere atto e attendere altri regali! XD Muahahahahah!
    Un abbraccio a tutta la combriccola e che ottime vacanze siano... con o senza bestiole XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questo non c'è dubbio Glò, da ieri ha preso di mira anche i grilli sulla spiaggia...
      AIUUUUUUUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO...

      Ma tu? In vacanza?

      BACIONI!

      Elimina
  5. No vabbé... Ok le lucertole. Ok i topi. Ma le blatte proprio no...
    Io sarei morta nel vero senso della parola. Già per strada da me ci sono e vado ogni due settimane di polverina Baygon per dormire tranquilla.

    E comunque sai rendere spassosa anche un'invasione di questo tipo :)

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credi Mairetta che io non sapevo neppure cosa fossero le blatte????????... Pensa che mi sono accertata che si chiamassero blatte pure in italiano... :/ Ma la cosa che mi stupisce di più di queste bestiole è la loro velocità negli spostamenti... miiiiiiiiiiiiiiiiiiii per prenderne una quasi devi fare i cento metri, e che è!!!....

      Senti, ma parliamo di cose serie: quando ricominci a spassarmi coi i tuoi di post??? a me mi manchi (come dice il mio gnomo)...
      io ti aspeeeeeeeeetttoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

      Elimina
    2. Eeeeh booh? Ho pronto pronto quello sul matrimonio (lungo, una palla...) ma vorrei metterci qualche foto... E mi dimentico sempre di spulciare quelle che ho per vedere se c'è qualcosa di decente...
      In ogni caso io nemmeno riuscirei a prenderla, una blatta. Muoio solo a vederle in foto, per farti capire...
      Da me si chiamano "mmaloti" (mmalota il singolare!)
      Bleaaah

      Maira

      Elimina
  6. Stai in buona compagnia... eh? :)
    Le blatte giuro non sapevo cosa fossero, un incrocio tra un "banano-scarafaggio" e un grillo... orrore!!! Mi ricordano le bestiole che c'erano nel bagno a Calcutta... nel silenzio le sentivi camminare tic-tic-tic-tic-tic... che ricordo vvvvvv!!!
    Da noi ci sono: zanzare (da sempre), lucertole morte con e senza coda (reduci dalla caccia della mia micia), ragni, cavallette giganti verde fluo, grilli, miroldi (serpentelli verdi), lumache (con e senza guscio), minilepri (sempre se non le prende la micia) e, solo a volte, rospi e ricci... quando vuoi mandare tuo figlio in esplorazione dimmelo!!! Buone vacanze!!!! Un abbraccio a tutta la ciurma!!! Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io che pensavo di stare messa peggio di chiunque... ahahahahhaah ...Ma anche i rospi e i ricci??????????? O-o... Madre di tutte le madri di tutte le bestiole!... Se lo dico allo Gnomo quello prende armi e bagagli e si catapulta da te! :DDDD

      Abbraccione Eli!!!

      p.s. Non andrò mai a Calcutta!.. :PPPP

      Elimina
  7. Amica...non ci crederai ma a me è successo con una blatta gigante..come quella nella tua foto..ho sentito uno svolazzamento sopra la testa, ho acceso la luce ed era lììììììììì enorme, mai vista una bestia simile...da sola, di notte, col pupo che dormiva..ho pure pensato di farle una foto per mostrarla a tutti..poi ho capito di essere deviata dai social e ho cercato qualcosa con cui bloccarla, non riuscendo a schiacciarla per il terrore..morale: è sparita..ho dormito con lei..la notte dopo risalta fuori ma stavolta mi ero dotata di insetticida e ho iniziato a inseguirla come un ghostbuster con i fantasmi. E poi ho chiamato mia madre che è arrivata (dal piano di sotto) e l'ha schiacciata senza pietà e ha rimosso il cadavere. Sarei impazzita con tutte quelle che hai visto tu..ti giuro che ho tremato all'idea di ritrovarmela addosso o nel letto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHA... NO VABBè, HO LE LACRIME AGLI OCCHI!!!... Sei proprio la mia affine virtual friend, avrei fatto esattamente come te! uahuahauahauahauaha...

      Pensa che a mia madre è successa la stessa roba di notte ma con un pipistrello... BBBBBRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR... al solo pensiero inorridisco...

      Elimina
  8. Che bello zoo!
    Queste sì che son vacanze emozionanti e piene di colpi di scena... certo non vi annoiate. Soprattutto il bambino :-)

    Coraggio
    Ti abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi scommetterci, Francesca ;)

      Un infinito abbraccio a te!:***

      Elimina
  9. Ma che schifoooooooooooooooooooo, ma dove sei finita?
    Pure io, quest'anno, divorata dalle zanzare.
    Ho capito perché, da 20 e più anni, non tornavo in zona Jesolo per le vacanze, ma trasmigravo in Croazia, dove, dato il clima asciutto, le orribili bestiacce non vivono.
    Che dire? Ribadisco il concetto .... sei eroica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che rimarrei volentieri con gli animali purchè vada via la suocera... :P :D D

      Elimina
  10. ma che ridere ma certo che le lucertole perdono la coda .... che ridere .. io ho il balcone invaso si divertono trai miei fiori ... una specie di giardino zoologico ....

    RispondiElimina