giovedì 16 giugno 2016

PENSARE POSITIVO - TERZA PUNTATA

I VAMPIRI EMOTIVI

La volta scorsa avevo concluso la mia riflessione sul Pensiero Positivo di Carmen Meo Fiorot adducendo alla grande potenzialità che ciascuno possiede nell'individuare le caratteristiche positive insite in ogni essere umano. 

Oggi, e non me ne voglia Carmen, voglio aprire una parentesi su di una particolare categoria di individui di cui ho letto per caso giorni fa spulciando tra gli articoli di psicologia nel web: i Vampiri Emotivi

Perché se è vero che noi possiamo metterci d’impegno e cercare il buono nelle persone che ci circondano, è anche vero che non tutte le persone ne sono provviste. 

Non possiedo le competenze tecniche, conoscitive ed il tono accademico degli autori che mi hanno illuminato sull'argomento, ma credo di aver acquisito i punti cardini della questione: tanto quanto basta per porgerli a chi vorrà interessarsene. 

Verrò dunque al sodo. 

I Vampiri Emotivi sono quegli individui meglio conosciuti e genericamente catalogati sotto la più esplicita ed universale denominazioni di “Grandi Stronzi” – e me ne assumo qui licenza accademica -. 

Il Grande Stronzo, oggi lungamente analizzato, studiato e diventato Vampiro Emotivo, può subdolamente celarsi dietro chiunque: collega, amico, familiare, partner… Si tratta comunque e sempre di una persona discretamente vicina che è riuscita nell'intento di creare un forte legame con la sua vittima. 

La caratteristica fondamentale del Grande Stronzo è quella di provocare uno stato di forte disagio e di negatività in chi lo subisce, facendo leva sui punti deboli di quest ultimo per un tornaconto personale che può anche essere puramente narcisistico. 

Alla luce di ciò, alzi la mano chi almeno una volta nella vita non ha avuto a che fare con un Grande Stronzo. 

Ecco, siamo tutti d’accordo che il mondo pullula dei suddetti elementi. Ma la straordinarietà dell’aver estrinsecato il Vampiro Emotivo dal più generico Grande Stronzo, è che è stato così possibile verificarne le peculiarità, in modo da poterlo meglio individuare e riuscire magari a neutralizzarlo. 

In base alle ultime ricerche, nei Vampiri Emotivi esistono quattro macro spiccate sfaccettature, le quali possono o meno coesistere 


1 – LA NEGATIVITA' 

Uno degli scopi del Vampiro Emotivo è quello di far sentire gli altri inferiori. A tal fine, interpreterà sempre tutto ciò che riguarda la sua vittima in via negativa, sminuendo le sue capacità fisiche, intellettive e relative a qualsiasi ambito, che sia il lavoro, la gestione dell’economia domestica o anche solo le opinioni personali. Ad ogni tentativo di ribellione o recriminazione, il Vampiro giustificherà il suo atteggiamento negativo declamando con enfasi che è spinto dal desiderio imperante che l’altro abbia il meglio, innescando in tal modo nel suo bersaglio un circolo vizioso di inadeguatezza e sensi di colpa. 

2 – IL VITTIMISMO 

Il Vampiro Emotivo rappresenta spesso l’emblema per eccellenza del bicchiere mezzo vuoto. Per questo non smette mai di lamentarsi. Tutto ciò che accade nel suo quotidiano è sempre puntualmente fonte di problematiche che lo rendono una povera vittima: lavora troppo e solo lui, nessuno è mai collaborativo nei suoi riguardi, fa troppo caldo o troppo freddo, probabilmente ha una malattia grave e recondita in agguato, la sua immensa generosità non viene mai ripagata e via dicendo. 

Anche quando gli eventi volgono chiaramente al positivo, il Vampiro Emotivo non esce mai dal suo brodo di scontentezza, rivelandosi un inadeguato appoggio emotivo in quanto costantemente concentrato su se stesso e assolutamente sordo all'ascolto di qualsiasi altra situazione emotiva che non sia la sua. 

3 – L’ASSENZA DI EMPATIA 

La caratteristica fondamentale del Vampiro Emotivo è quasi sicuramente l’assenza di Empatia. L’Empatia è quella dote di cui godono in varia misura tutti gli individui dotati di intelligenza, e si riferisce all'abilità cognitiva di comprendere l’universo emotivo di qualcun altro. Il Vampiro Emotivo è dunque in linea di massima un Idiota, magari istruito, ma pur sempre un Idiota: incapace di pensare di poter generare malessere e disagio negli altri e soprattutto impossibilitato dal suo estremo egoismo a mettersi nei panni altrui. 

4 –LA SUPERBIA, L’ARROGANZA E L'AGGRESSIVITÀ'

Non essendo un elemento empatico, il Vampiro Emotivo tenderà in ogni situazione ad assumere un atteggiamento superbo ed arrogante, in modo da portare avanti i suoi assolutismi senza riuscire mai in alcun modo ad intavolare un dialogo. In molti casi, se contrariato, tenderà anche ad essere aggressivo, di un’aggressività magari composta, che va ben oltre quella tipica delle persone insicure ma che incarna la gelida determinazione a non allentare il giogo che ha fortemente stretto intorno a chi ha preso di mira. 


Ora, una volta riconosciuta la presenza di un Vampiro Emotivo nella nostra vita, cosa fare per liberarsene? 

Fermo restando che il Vampiro Emotivo si manifesta solo all'interno di legami molto forti e significativi, e che un legame molto forte implica quasi sempre l’impossibilità di allontanare su due piedi una persona, una soluzione universalmente applicabile non esiste. 

Esiste forse la possibilità di salvarsi in tempo: che ne so, vi è venuto il sospetto che il vostro fidanzato possa essere un Vampiro Emotivo? Scappate via! L’amore sarà pure cieco, ma l’amore verso se stessi deve sempre vederci un palmo più in là. 

Stessa fuga nel caso in cui il Vampiro Emotivo si nasconda in un amico: gambe in spalle, e via! L’amicizia è fondamentale nella vita di noi esseri umani, ma deve consentirci di stare bene: l’amico deve essere il porto sicuro dove approdare. 

Non tutte le situazioni sono così semplici da gestire. Spesso i Vampiri Emotivi fanno parte del nostro nucleo familiare, spesso si nascondono sapientemente dietro ai nostri genitori, o dietro ai nostri mariti o alle nostre mogli, ma io torno a ripeterlo: L’AMORE PER NOI STESSI PRIMA DI TUTTO

Amiamoci, siamo Essere Unici, Speciali, non consentiamo a nessuno di portarci via l’Amor Proprio, non permettiamo a nessuno Stronzo di spegnere in alcun modo l’Amore per la Vita e per la sua Straordinarietà. 

SIAMO IL TESORO PIU' GRANDE CHE CI E' STATO AFFIDATO: ABBIAMONE CURA, LOTTIAMO SEMPRE PER LA NOSTRA FELICITA' E PER LA FELICITA' DELLE PERSONE CHE AMIAMO. 

NESSUN GIOGO, NESSUNO, POTRA' MAI SPEGNERE LA NOSTRA LIBERTA' DI SPIRITO E DI PENSIERO: PERCHE' E' DALLA LIBERTA' DI SPIRITO E DI PENSIERO CHE PARTE LA NOSTRA LIBERTA':  LA LIBERTA' DELLE EMOZIONI, L'UNICA LIBERTA' DELLA QUALE NESSUN VAMPIRO POTRA' MAI PRIVARCI.


Questo post partecipa alla raccolta
 Pillole di Libertà di Ispirazioni&Co.


33 commenti:

  1. Io ti adoro. ..ecco che farò una treccia di aglio. ..dicono funzioni. ..avrò il deserto attorno a me. ...chissenefrega! !! Bacio. Smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmmhhhhh mi sa che con i Vampiri Emotivi l'aglio non funziona (mia suocera ne mangia a quintali eppure... ). Prova con una mazzata in testa, secondo me otterrai maggiori risultati ;))

      Buona giornata, Giusina <3

      Elimina
  2. Che dirti REginella???? Sei in ritardo nel pubblicare i post ahhahahah ma sai farti perdonare subito!!!
    Immenso questo articolo. Vero e sacrosanto!
    I vampiri emotivi.... quanti ce ne sono!!!! Ne hai descritti parecchi eh... m come liberarsi di quelli che fanno parte della ristrettissima cerchia della famiglia?
    Qualcuno soprattutto se giovane e senza legami affettivi può partire, andare a studiare lontano... o a lavorare lontano.
    Se questo legame c'è ed è difficile da sciogliere...non so! madri anziane credo che i problemi si risolvano con un'espressione ebete sul volto e una domanda: hai finito? Bene perchè tanto faccio cosa voglio.
    Se invece si parla di mariti, i problemi devono essere affrontati subito. Dai primi giorni. Dopo diventa sempre più difficile.

    FAcile dirlo vero? Farlo un po' meno...
    però.. spetta un po'... e se a questi familiari vampirosi si rendesse il pan per focaccia? Come loro iniziano a lamentarsi noi a lamentarci anche di più in modo da non lasciarli parlare?????
    Uhm.. si può provare che ne dici? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, vuoi la sincera verità?... Secondo me tu sei la Buffy dei Vampiri Emotivi - ahahahahahhahahahaah -. Ma quale Vampiro Emotivo potrebbe mai tenerti testa se parti a raffica tu!!!... Io ti mando mia suocera, giusto una settimanella :p

      Elimina
    2. ahahahhahhahahahhah vade retro, traditriceeeeee!!!!!
      P) P) P)

      Elimina
  3. Eravamo in quattro, riuniti per studiare. Le due ragazze erano molto belle e il maschietto, invece, corrisponde allo scemo che hai evocato. Praticamente io leggevo e lui spiegava alla grande. Aveva studiato tutto a casa. Un giorno preso dalla foga narcisistica cominciò a snocciolare concetti non ancora affrontati e sbugiardato non si fece più vedere.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E le due donzelle?... Entrambe tue, eh, furbacchioneee...

      Di scemi ne è pieno il mondo, ma la loro "scemaggine" è destinata ad essere smascherata, sempre: è una questione di pelle, di empatia, appunto.

      Ti auguro una splendida giornata, Gus.

      Elimina
  4. Risposte
    1. Via, via, via... Dolcezze, finché sei in tempo e senza voltarti indietro ;)

      Buona giornata!

      Elimina
  5. Interessante quello che scrivi, ma fuggire non è sempre la soluzione. Secondo me l'approccio migliore con queste persone è usare l'ironia. L'ironia ci salverà e ridimensionerà anche i vampiri emotivi con cui siamo costretti a vivere. Buon weekend

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Verbena! Benvenuta :)

      Io sono un'accanita fan dell'ironia; dessero un costo o decidessero di tassare l'ironia,potrei tranquillamente dichiarare bancarotta alla mia vita... :D Ma... ma... i soggetti di cui parlo sfiorano seriamente il patologico, e se riescono a fare presa su determinate persone è proprio facendo leva sui loro punti deboli, disarmandole, in poche parole... Conosco gente che vive degli inferni senza fine, eppure non riesce a venirne fuori: vittime silenziose con vite all'apparenza nella norma, a volte quasi perfette...

      Allora, se un giorno avessi ad esempio il dubbio che mia figlia stesse per sposare un elemento così negativo, farei di tutto per costringerla alla fuga... E dopo, certo, la porterei in un luogo di villeggiatura ad ironizzare sulla faccenda ormai andata ;))

      Un abbraccio e a presto,

      Regina

      Elimina
  6. SEI SEMPRE UNA GRANDE!!!!
    Cosa vuoi che ti dica??? Io ho fatto un sacco di epurazioni, anche all'interno della stretta cerchia familiare.
    Ripensamenti? Nessuno. Anzi, dovevo svegliarmi prima.
    (E non ho ancora finito, sia chiaro)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pauuuraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa... ahahahahah
      Senti Fede, ma dimmi dimmi, chi hai epurato per primo il giorno del risveglio? :)
      No, perchè prima o poi penso mi sveglierò anch'io... so già da chi inizierei.. ihihihihihiihihhi

      Elimina
    2. La stessa che elimineresti volentieri tu ....

      Elimina
    3. Io dico SI all'epurazione di tutte le stesse che andrebbero epurate... Che tu possa essere d'esempio, cara Fede!:*

      Buona domenica, buon bagno e buon sole...

      Elimina
  7. Scuss ase intervengo Squittix ma è trooooppo importante!
    non mandarmi anche tu la suocera eh......... ahahhahhahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non farei mai un simile sgarbo ad un'amica!

      Elimina
    2. Almeno tu ahahah
      C'è già quella traditora di Regina che mi vuol dare la sua....

      Elimina
    3. Ma è perchè io sono per la condivisione, TESTONE! Ciò che è mio è anche vostro, fatene ciò che volete: giocateci a ping pong con entrambi i bulbi, grattugiatela col gratì, scioglietela nell'acido... Insomma, invece di ringraziarmi!... buahauhahahahhahabuahhhaha....

      Elimina
    4. Seeee.... condividi un pranzo magari.... :P)
      La suocera... prrrr

      Elimina
    5. Vieni a Roma! ti faccio arancini, pasticcio di anellini alla palermitana e pidoni fritti!!!... Mo se non vieni non sei donna d'onore!!!... prendi la Giusi, la Fede e chi si vuole unire e..veniteeeee!!!.. prima del 1 luglio, che poi parto per i miei 2 MESI DI MAAAAREEEEEEEEEEEEEE!!! AHAHAHAHAHHAAHHAAH

      Elimina
  8. Interessante la definizione alternativa di "vampiro emotivo". Io mi limito a chiamarli stronzi, e passi lunghi e ben distesi. Il Grande Casino, è quando sono in famiglia e, purtroppo, non mancano mai! Vedo che in questo tipo di lotta siamo tutte unite :D ;)
    Gran bel post.
    Un bacione
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina! Per questo genere di lotta toccherebbe unirci compatte in associazioni, o club, o partiti, o fondazioni in grado di istruirci e sovvenzionarci... Non importa in cosa, ma il fine sarebbe uno e significativo ;)

      Ti abbraccio e ti auguro una splendida domenica, è sempre un piacere trovarti...

      A presto,

      Regina

      Elimina
  9. Sono stata il bersaglio di suddetti Stronzi XD per molti anni, poi mi son rotta :P E son diventata "carta vetrata", come di recente mi ha definito un parente. Ho fanculizzato direttamente o meno molti amici, e basta insomma:D
    Vogliamoci bene, o almeno proviamoci, sì^_^
    Un abbraccio a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carta vetrata???? Stupendooooooooooooo!!!!

      Elimina
    2. Muahahah! XD Stupendissimo sì!!! :D
      Ciao Squitty! ^_^

      Elimina
    3. Uff... io sono solo una "grattugia" :(((
      ahahahhah

      Elimina
    4. Io sono ancora allo stato carta velina mi sa... Mi succhiano fino all'ultima goccia di sangue... Aiutoooooooooooooooo... Glò salvami tu, scartavetrali tutti!!!... muahmuahmuhaamuhamuhamuha...

      Io vi adoro! Come farei senza di voi <3

      Elimina
  10. Accipicchia dove sono capitata! Io suocera in un covo di nuoreeeeee!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahahhahahhaha tu magari incomincia a farci una bella torta e poi ne discutiamo :)))
      Comunque ricorda che le suocere delle altre nuore sono sempre migliori della nostra ahahahahhaahhahaha
      Ciao Verbena

      Elimina
    2. Verbena io non ce l'ho con tutte le suocere... Manco con la mia, in realtà... é a lei che non sto troppo a genio io, in verità non le sta a genio nessuno... -_-

      Tu mi pari una suocera simpatica! Voto per la torta!! :))

      p.s. Ma Verbena come l'erba di The vampire diaries, quella che si da ai vampiri per smascherarli???? :)))

      Elimina
    3. Certo! infatti io di vampiri me ne intendo.....!
      Scherzo! detto tra noi Verbena è uno pseudonimo prima o poi svelerò il mio nome vero. Ciao cara

      Elimina
    4. WOOOW! Io a parte quelli emotivi ADORO I VAMPIRI! ^_^
      Anche Regina è uno pseudonimo... Prima o poi sveleró il mio nome vero?... Ma alla fine il nome è un accessorio... Noi siamo sostanza. E la tua bella sostanza, Verbena, ha un profumo meraviglioso...come lo pseudonimo che porti :)))

      Una buona serata a te!

      A presto :****

      Elimina