lunedì 16 novembre 2015

VERSI CATARTICI #1

E arrivano poi di quelle giornate 
in cui l'unico rimedio sarebbe scrivere; 
scrivere in maniera intima, senza interruzioni, 
senza caos intorno, 
senza i bambini con l'influenza da accudire, 
senza casa da mandare avanti, 
senza il lavoro da riprendere. 
Perché la penna è l'unico mezzo catartico che conosci, 
l'unico balsamo che ti ha sempre arrecato conforto.
Vorresti sorbirti un telegiornale dopo l'altro, 
una trasmissione dopo l'altra,
e quindi correre a vomitare parole: 
per attaccarti alla Vita, 
perché mentre la morte impera, 
mescolii di vecchi sentimenti, di amori passati, 
di affetti scomparsi, di occasioni perdute e venerate, 
hanno preso a strariparti dagli occhi: 
perché sei umana, 
e se la Vita non premesse con le spine del suo ordinario 
per farsi sentire, 
saresti una santa, o forse un alieno. 
Allora, ti rifugi in pochi versi e in qualche scarabocchio, 
scollegati dal mondo; 
e sai che per un pó andrà avanti così.

#1

Rifugiarsi in pochi istanti di parole
Una grata e una porta,
In mezzo i pensieri.

Rifugiarsi in pochi istanti di parole
Una grata e una porta,
In mezzo i pensieri.

20 commenti:

  1. i tuoi versi descrivono questo turbamento ... e il dipinto ... tuo immagino
    imprimi su tela parole e sentimento ...bello sarebbe far trascorrere indietro le lancette per cancellare ogni male .... quello che deturpa il cuore di ognuno di noi ...
    un abbraccio anche a Lollino ... bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Giusi, lo scarabocchio è mio... Quando sono più ispirata mi diletto con i disegni.. una volta sì, dipingevo le tele... :))

      Elimina
  2. Ciao Reginella,
    che profondità questi pensieri, questo dolore. Questa necessità di mettere su carta per comprendere in pieno. Per sfogarsi.
    Parole pesantissime le tue. Importanti! Fanno bene a te a scriverle e a noi a leggerle.
    Un bacione stella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro Patty, quando sono
      più sconvolta e mi faccio tante domande, finisco per diventare nostalgica, un pó grigio fumo... :)

      Elimina
    2. P.s. Aaaahhh! Dimenticavo di rivelarvi dove si trovano quella grata e quella porta (e in mezzo i pensieri): nel mio bagno naturalmente! Unico luogo di rifugio dove per il tempo minimo di una pipì, il Consorte è anche disposto a sobbarcarsi entrambi i pargoli ;P... Ci puó essere luogo più sicuro ed intimo dove scriba e scarabocchiare??? :D

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. In casa mia no ,,,con due uomini non l'ho mai fatto ... ma fino a quando mi sono sposata il bagno era il salotto dove la mattina di prendeva il caffè .... non ridere oppure si fai quel che vuoi .... io sul water la mamma seduta sul bordo della vasca e la nonna arrivata col vassoio e si piazzava sul bidè....vicino a me ... e mentre mi porgeva il bicchierino cominciava a sbaciucchiarmi.... era provvisto di un antibagno per cui sarebbe stato comodo mettere delle sedie ... ma sopra i sanitari era molto più pratico ....ci si accomodava verso le sei di mattina e per una mezzoretta quando poi mi dovevo vestire di corsa... altrimenti avrei perso il pullman che mi portava al lavoro , si stava lì a coccolarci di parole... a ridere ...
      beh qualche volta forse l'ho perso il pullman e aspettavo quello successivo ....... cantando Cocciante si intonerebbe così ... l'odore del caffè..... nel bagno !!!!
      ... un sorriso ...

      Elimina
    5. ma che beeeellooooooooooooooooooo!!! Il mattino-bagno-party!!! :)))... tu si che sei una donna fortunata, Giusy! Potrai almeno dire che almeno per un periodo nella vita l'hai fatto: hai fatto il bagno-party!... Io adoro il bagno, nel bagno ci farei di tutto, pure farmi sbaciucchiare da mia nonna, peccato che ce l'ho lontana... :)))

      Buona giornata :****

      Elimina
    6. Anche la mia ormai ...
      http://giusi58.blogspot.it/2013/11/ancora-un-grazie.html

      Elimina
    7. Stella... Reginella.... il mio colore è tendente al nero E fumo!!!! Chissà dentro come sono.... :O)

      Il bagno? Per carità! Ci entro di corsa e scappo subito....

      Elimina
    8. Giusi, mi sono felicemente spulciata il link... Ti ho risposto da te :)

      Elimina
    9. Patriciiiiiaaaaaaaa... non fare accenno al fumo!!! Darei (quasi) qualsiasi cosa per una sigaretta aahahhahahaahah... Ne fumi una pure per me??? E poi dimmi com'era... :)))))

      Come entri ed esci di corsa dal bagno?????? Nooooooo...dobbiamo organizzare un bagno-party con Giusi!!!... Caffè e pasticcini sulla tazza e sul bidet...yuppyyyyyy

      Elimina
    10. anch'io ti ho risposto <3... oddio che ridere ... vuoi vedere che il filo logico c'è quando dicono caffè in tazza!!!!!! beh vabbè proprio li .....no però !!! :)))) ...

      Elimina
    11. Ahahahahahah... Caffè in tazza... Mi fai morire... :DDD

      Elimina
  3. Come è vero!
    Io mi sono rifugiata a casa, in silenzio a fare torte e sentire i giochi dei bambini, per il bisogno di calore e rassicurazione. Siamo così fragili e vulnerabili.
    Un abbraccio
    la effe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, io ho fatto fuori quasi una zucca intera... O-0... È umano, ci teniamo stretta la nostra quotidiana normalità, guai se non fosse così :))

      Un abbraccio!

      Elimina
  4. Non sapevo dipingessi anche con i pennelli oltre che con le parole! Bellissimi versi questi, e pure quelli che hai racchiuso dentro il quadro ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una vecchia passione... :)) ma era solo per diletto... Al momento il tempo scarseggia per fare anche quello...

      Elimina