venerdì 9 ottobre 2015

L'Incantatore


RACCONTO

MOMENTANEAMENTE 
ASSENTE 
PER ALTRO PROGETTO




(Questo racconto è dedicato e liberamente ispirato a Nonno Salvatore, che è riuscito a mandare avanti una famiglia numerosissima, lavorando come 'punteri nei frantoi della zona,prima, e coltivando la terra e facendo l'allevatore, dopo; e che sempre sempre ha trattato uomini e animali con dignità e rispetto, trasmettendoci lo stesso amore e lo stesso attaccamento alle tradizioni ed alla cultura da cui proveniamo. 
In età anziana lo chiamavano l'Incantaturi, per i suoi modi garbati e gentili.)


Dalla mia personale  raccolta

I racconti del Sole

Della stessa raccolta:






16 commenti:

  1. Wooow i brividi!!!
    Sei davvero ritornata, Regina.
    Sono felicissimaaa!!!
    Bacioni!

    Maira

    RispondiElimina
  2. Stupendo Regina!!!!!!
    FAntasia e realtà ben mescolate! Tradizioni che non devono assolutamente essere dimenticate!
    Bravissima!!!!

    ps mi sono iscritta ma non ho ricevuto la notifica del post.... :(( adesso ci provo di nuovo!
    Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty! :))

      Non so...ormai mi rassegno alla tecnologia di google :P...

      Elimina
  3. Molto bello e carino, complimenti.

    podi-.

    RispondiElimina
  4. Un tuffo nel passato mi hai regalato col tuo racconto...grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Leda! ma grazie a te per averlo letto... :))... Un tuffo nel passato? Se posso, sei anche tu terrona come me? :)))...mmmmmmhhhh... con un pò di tempo vengo a farmi un giretto dalle tue parti..così ci conosciamo meglio :))

      Buon inizio settimana!

      Elimina
  5. Si, cara Regina, sono calabrese ma trasferita (ahimè) al nord.
    Ma i ricordi che mi hai fatto rivivere appartengono a quando da bambina vivevo in Ciociaria, una terra alla quale ho lasciato il cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei nonni materni sono calabri, della provincia di Reggio, nella piana. Dopo il divorzio dei miei ci ho pure vissuto per qualche tempo, prima di trasferirmi definitivamente a Roma... :))
      Bella la zona del Lazio di cui parli!...di sicuro è ricca di tradizioni... :)))

      Una serena notte Leda :***

      Elimina
  6. Mentre leggevo pensavo a mio padre che potrebbe essere tranquillamente l'incantaturi come tuo nonno, ha iniziato a coltivare la terra e ad allevare bestiame praticamente da bambino (ora è in pensione) e le vostre tradizioni sembrano molto simili alle nostre anche se viviamo in due isole diverse .. Quanti ricordi hai fatto riaffiorare con questo racconto. Grazie.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te, Marina, che ti sei fermata a leggere... :))
      Dunque, inchino a tuo padre e...alla tua isola che di Sardegna dovrebbe trattarsi, o no? :))

      Mi piace molto il nome del tuo blog: LaCuochettaeilPiccoloChef è meraviglioso!! di sicuro ci faccio un salto, a maggior ragione che se tratta di cucina sto nel mio: io adoro, nonostante non sia tutta questa eccellenza :P

      Allora, buonanotte e a presto!!! :))

      Regina

      Elimina
  7. 😍 che meraviglia !!! Potrei leggerti per ore!!!

    RispondiElimina