lunedì 5 ottobre 2015

IL BELLO DEI SOGNI…

Alla Piccola hanno regalato una tutina Thun – (ma la Thun non faceva solo le statuette e tutta quell’altra roba frangibile che solo ad avvicinarti devi accendere un mutuo? Che poi, io me n’ero sempre tenuta alla larga, non fosse che lo scorso Natale, in visita a casa di un collega del Consorte, il Puffo ha fatto partire uno degli angeli del presepe tutto Thun,  ed io mi sono accollata il dovere di andarlo a ricomprare: novantottovirgolaottanta euro di pugnalata alle spalle, solo perché, mi ha spiegato la commessa, era Special Edition: con novantottovirgolaottanta euro avrei potuto sfamare il clochard sotto casa per una settimana, e gli avrei pure regalato le sigarette: quando l’ho detto, la commessa mi ha guardato con malcelata accondiscendenza, come a dire, stai proprio fuori dal mondo, dio Thun, perdonala, non sa quel che dice)  - ;  
dunque, sì, alla Piccola hanno regalato una tutina Thun, e quando ho scorto il marchio sul pacchetto, ancora prima di scoprire che di tutina si trattava, mi è iniziato uno strano formicolio alle mani ed una accentuata sudorazione, come da rigetto a causa di una sostanza allergenica, tant'è che non volevo neppure scartarla la confezione.

Alla fine, ho aperto: e devo ammettere che  sono rimasta incantata. Non tanto per la tutina in se stessa che, per carità, è bellina ed in cotone (chissà quanto costerà il cotone della Thun!), ma per la scritta stampata sul davanti che recità così:

 È questo

il bello

 dei sogni,

che qualche

volta si

avverano.

Che bella frase. Che bel pensiero. Che squisita verità.

Forse conserverò questa tutina per la Puffola anche quando non la indosserà più, in modo da dirle quando sarà grande: vedi, quando avevi quasi sei mesi ti hanno regalato questa, è stato un segno, una premonizione, un incantesimo che farà avverare non tutti ma molti dei tuoi sogni, basta che tu ci creda sempre.


E a Natale, magari, regalo a tutti pigiami e ci faccio stampare sopra la stessa scritta; non della Thun, ovviamente, nonostante l’armistizio, su quella ci ho messo un macigno sopra.


13 commenti:

  1. Anche a Baby M. hanno regalato tutina e poncho Thun con la stessa scritta!!! Manco a dirlo, ho tenuto tutto, sono meravigliose..poi ho dovuto patire un po' per averlo quindi puoi immaginarti la commozione quando ho letto la frase :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena! Anche tu hai dei cuccioli quindi... :)) eh sì, quando li si desidera e la via per averli diventa complessa, a volte sofferta, qualunque ne sia il motivo, poi li si guarda ancora di più come il Miracolo che sono... Io non ho sempre desiderato di avere bambini, ma adesso che ce li ho, ringrazio la Vita per avermi fatto questo dono meraviglioso... E dentro di me provo sempre a desiderare ardentemente che le coppie che tanto anelano ad un bambino possano riuscirci, e che tutti quei genitori che lottano per i propri figli per motivi di salute o altro, possano trovare la forza e finalmente la felicità... Mi dico: se forse mi concentro e lo faccio bene, almeno una coppia alla volta, almeno un bambino che sta male alla volta, non importa chi o ovunque siano, riceveranno un pò della forza del mio pensiero... è un giochino che facevo da piccola: non ho mai smesso :P

      Buona giornata!

      Elimina
  2. Di questa tutina ne avrà più bisogno da grande :D. Fai in modo che non dimentichi mai l'importanza di quella scritta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai!... è questa la mia missione: l'ho promesso quando sono nati. Non importa ciò che la vita riserva loro.

      Buon martedì Viola! :)

      p.s. te l'ho detto che abbiamo molte cose in comune: devo fare un salto a leggere dei tuoi sogni ;)

      Elimina
  3. Guarda Regina, lascia perdere l'allergia alla thun. Quella scritta vale ben ben di più.
    E vi auguro che valga anche per il iccolo e per voi che bimbi non siete più.
    Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, il tuo augurio me lo prendo e me lo tengo stretto, come se fosse l'abbraccio della mia mamma :)

      Ti voglio bene!

      Buona giornata!

      p.s. ho modificato delle robe al blog, prima ho perso tutti i vecchi commenti, mo i miei commenti escono in rosso... AIIIUUUUTTTTT... Devo venire da te a fare un corso accelerato, mi sa che sei molto più avanti di me... :((

      Elimina
    2. Se posso aiutarti volentieri ma non sono una espertona....
      Bacio!

      Elimina
  4. Ma sai che è un'idea fantastica quella della frase stampata sui pigiama? Mi hai dato un'ideona!
    Comunque molto bella la tutina, ma anch'io sono allergica alla Thun... ho gusti molto più spartani :)

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok Maira, ti cedo i diritti d'autore sui pigiami con la scritta :))))... ma solo a patto che tu mi ceda una ricetta velocissima e facilissima per fare dei biscotti al puffolo che mi sta facendo una testa cosìììììììììììì.....aaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!...e li vuole fare con gli stampini, ci ho provato domenica ma la pasta è venuta tipo pietra pomice -_-

      Lo so che tu sei brava, ho letto da te una volta una ricetta di biscotti... AIUTAMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII..

      Bacino e buona giornata!

      Elimina
  5. E' questo il bello del web: che a volte si incontrano persone nuove, nella voce e nella prospettiva, o forse più che nuove dovrei dire simili, e allora siamo felici e meno sole. A proposito di notti e di sogni, ti lascio il mio chiaro di luna: http://www.pensierirotondi.com/au-clair-de-la-lune/
    ps: anche poetessa? Brava, ti sto sbirciando. In passato poetavo molto anch'io. A presto, grazie per questo dolcissimo post, fa sempre bene ricordare di sognare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!

      Adoro chi sbircia e...adoro sbirciare :)) Verrò a dare una sbirciatina al tuo chiaro di luna. Così, visto che nel cosmo del web ci siamo incontrate, potremo non perderci e tenere vicine le nostri voci.

      Grazie! A presto e buona giornata! :)

      Elimina
  6. sai che ancora rido ....hai ragione di quanto siano terribilmente cari questi oggetti ... molti anni fa regalai una zuccheriera a mia mamma ... cosa mi fosse venuto in mente ... lei con una malattia ai nervi ....sicche le prese non erano il suo forte ...ora ancora peggio ... andiamo qualche tempo dopo a trovarla e lei tutta spiritata ci erve il caffè con la bella zuccheriera in bella vista .... la prende e sthun ...... per terra ....frantumandosi in mille pezzetti ... neanche in due pezzi che al limite si tentava l'incollaggio ....ho sentito una lama che mi attraversava dalla testa ....fino alla tasca ... tesoro di una mamma che sei non preoccuparti te ne prendo un' altra di plastica stavolta ....
    però sai che ti dico ??che darei un suggerimento a questi signori che creano indumenti per bimbi ...anzi no proprio non l'avrei acquistata con quella scritta ... ad un bmbo devi dire ....che i sogni si avverano sempre non qualche volta .... ... cari signori avete toppato ....
    e che ne dici di farlo stampare anche agli adulti ??? loro lo sanno tanto che non è vero ....... baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusina, riesco a rispondere a questo tuo commento soltanto ora; è stato un fine settimana all'insegna della febbre e del pronto soccorso... UFF! Che giornate...
      Ma povera povera la tua mamma, pensa come ci è rimasta male quando si è rotta la zuccheriera: e tu, che figliola romantica a regalargliene una!!!... :)))) chi regala zuccheriere non puó che essere dolce dentro ;))... Ma tu ci credi ai sogni che si realizzano? Si, vero??? Devi crederci!!!... Guarda che regalo il pigiamone della Thun pure a te, bada bene... Un bacione mia cara :****

      Elimina