mercoledì 28 ottobre 2015

Caro Intimissimi Senior...

Caro Intimissimi Senior,

Scrivo a te perché voglio immaginare che da qualche parte esisti: capostipite di un’azienda di successo, vecchio e saggio, in grado di fornirmi delle risposte sensate.

Ma chi te le fa le pubblicità negli ultimi tempi? L’ho intravista, sai, la campagna con cui vi state giocando l’autunno; gli spot li guardo, tutti: capita addirittura che ci faccio lo zapping per trovarli: lo so, nessuno è perfetto, ed io ho quest'innata passione per i tempi ridotti e la straordinaria e travolgente magia della parolimmaginaria: ci faccio persino una personale hit interiore con monologo a voce alta: "Signore e signori, questa settimana vince per testo, colonna sonora e genialità …ta-taraaaataaaaaaaaa-taa-taaaaaaa… LO SPOT X".

Ma torniamo a noi. 
Dicevamo: misuralo il livello di testosterone quando assumi, altrimenti, di questo passo, finisce che la voglia di andarsi a comprare un reggiseno la fai venire solo agli ometti di ogni età.
Ho capito, ho capito, che c’hai ben diciotto modelli con la più vasta gamma di taglie e coppe a disposizione per ognuna di noi – quante tette diverse esistono al mondo! Ti ringrazio, mica lo sapevo - e che in qualche modo dovevi raccontarcela, ma insomma, ce l’avrai una moglie, una figlia, una sorella, una diamine di panettiera: le guarderai ogni tanto, si?

Lo spot Intimissimi che passa più spesso in questo periodo è quello del modello Sofia.

Parte la colonna sonora, inquadratura veloce per farci sapere che siamo a Varsavia, con Katarzyna, in una specie di open space semi-abbandonato coi pilastri di cemento in mezzo. Poi, subito lei, bionda e snodata, in mutande e reggiseno, ginocchio sinistro in avanti, stacco di due metri di coscia destra con angolazione centottanta all'indietro, che appena la vedi pensi: gesugesu, come ho fatto ad andare al mare e a mettermi il due pezzi?
Katarztyna parla, nel frattempo le immagini la mostrano appesa a degli anelli da ginnasta, svolazzante davanti ad uno specchio-parete con la chioma fluente che la segue nei movimenti, a novanta gradi dopo aver usato i manubri e mentre si scalda per fare le flessioni pancia a terra, punta dei piedi in tiro:

Sono una personal trainer (dice)

(Ma va? Sul serio?... A prima occhiata pensavamo che facessi la pasticcera e che i muscoli ti erano venuti a furia di sbattere gli albumi a mano mentre tieni il tempo con il piede…)

Sono coraggiosa

(Eh bè, ci vuole coraggio per alzarsi la mattina e fare quello che fai tu…)

Sono anima, e corpo

(Soprattutto anima, guarda… pure mio marito la pensa così…)

Sono armoniosa

(E ci mancava pure che non lo fossi, dopo tutta sta fatica…)

Questa è la mia storia, unica, come il mio reggiseno

(Aaaaaahhhhh, adesso abbiamo capito, la pubblicità era solo per te… possiamo tirare un sospiro di sollievo insomma…)

Il secondo spot Intimissimi che passa è quello del modello Manuela.
Questa volta siamo a Madrid, con Maria, studentessa. Stessa colonna sonora, stesso open space di prima, si vede che ce n’è uno in ogni città.
Ed ecco Maria, che di cognome farà sicuramente come Katarztyna, perché ci rifiutiamo di supporre che esistano in giro così tante cosce e tette proporzionalmente perfette provenienti da ceppi diversi. Maria, però, è mora: fa niente, vivendo in città differenti andranno da diversi parrucchieri, capita tra sorelle.

Maria ci parla:

Sono una studentessa

(Ovvio! che scherzi, tutte noi quando eravamo studentesse giravamo in mutande e reggiseno dentro ai garage in cemento tra pile di libri, piogge di fogli in libertà e la matita in mano…)

Sono curiosa

(Ti prego, risparmiaci i particolari…)

Sono determinata

(Come tutte le studentesse, naturale… specie prima di un esame, nessun dubbio…)

Sono il calore della mia risata

(E meno male… se non altro ti autoriscaldi, considerato come vai in giro…)

Questa è la mia storia, unica, come il mio reggiseno

(E anche qui, come prima, possiamo tirare un sospiro di sollievo…fffiiiiiiiiiuuuuuuuu…)

Mi fermo qui, caro il mio Senior: da profana, mi permetto di dirti che forse c’ha azzeccato di più la tua amica Calzedonia, con quella pubblicità carina carina dove una tipa, più o meno nella norma, entra in un punto vendita con un bambino di qualche mese in braccio e glielo affibbia alla prima commessa che le capita sotto mano per andare a provarsi un paio di collant: senza mai scoprire che la commessa in questione altro non è che la cara e sorridente Roberts, si, Julia, proprio lei, che dopo aver restituito il pupo alla madre ed aver recuperato i suoi sacchetti dello shopping Calzedonia, se ne va gongolando per non essere stata riconosciuta. Morale: vieni da noi che conti più di una star di Hollywood.

Ci vuole talento. Ci vuole talento, ed emozione, e poesia: ci vogliono i sentimenti, quelli che scaturiscono dal mondo vero, dalla realtà di ogni giorno: una minuscola opera d’arte, lo spot, che non può fiorire tra le mani di chi pensa solo alle vendite e al marchio, di chi trascura la scintilla fondamentale della straordinarietà dell'ordinario.

Io probabilmente non ce l'avevo; il talento, intendo: altrimenti non si spiega perché quando, dopo mesi e mesi di giri a vuoto, sono approdata per via interinale in quella grossa azienda italiana, in prova per sei mesi, e alla fine quando hanno dovuto assumere, si sono presi la figlia del manager già in sede, e il mio progetto, certo, col mio sudore ed il mio sangue, ma senza di me: ah, già! La figlia del manager aveva il master in copywriter ed io no, che stupida: io avevo solo l'entusiasmo, la passione e le idee.

Pazienza, caro Intimissimi Senior, a ciascuno il suo: a te le tue pubblicità bomba, a me la mia testa.

Con affetto, a risentirci al prossimo spot,

Regina

p.s. Dimenticavo! I reggiseni tuoi non li acquisterò mai: a sfregio. Mi porto la pupa e me li vado a comprare da Calzedonia...


Per chi volesse dare un'occhiata allo spot di cui parlo,
lo trovate qui




25 commenti:

  1. I suoi reggiseni non li comprerò mai nemmeno io... Su diciotto modelli oh, non ce n'è uno per una come me, cicciona e con poco seno... Li trovo solo dai cinesi o al mercato, taglia 8 (oppure dovrei farmelo fare su misura pagando un paio di centinaia di euro e non ci penso minimamente)...
    Ma che vada a quel paese Intimissimi Senior, anch'io preferisco Calzedonia (più che altro quando si tratta di fare regali carini alle amiche), ma anche YamamaY e Tezenis...

    Maira

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè di sicuro Tezenis for ever, è pure il più economico :)
      Guarda Maira, fino a qualche anno fa zio e mamma tenevano aperta una piccola fabbrica di intimo, giù in Sicilia; purtroppo hanno dovuto chiudere (hanno incendiato i locali solo un paio di volte), altrimenti il reggiseno per te lo facevo fare da mamma, e gratis! L'avevo già sperimentato per diverse mie amiche...

      Elimina
  2. Ehm...sono l'unica a non aver visto prima questa pubblicità? E comunque, vuoi mettere tanta morbida ciccia dove far sprofondare chi ti ama?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo! ma solo se ci si piace e si sta bene con se stesse; altrimenti, via ad una radicale rivoluzione di se stesse :))) non importa con quali tempi o risultati, l'importante è agire, non starsene ferme ad aspettare...

      Elimina
  3. Ma sai che Intimissimi Senior dice di aver scelto le modelle di questo spot con un casting su Instagram tra "donne normali"!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooooooooo! Questo dettaglio me l'ero persa... Ho curiosato adesso su internet. Bè si, in effetti hanno selezionato giusto quelle rappresentative dello standard medio ragazza della porta accanto..:)). E immagino che tutte le prescelte non avevano mai provato prima a sfondare nel mondo dello spettacolo o della moda O-O

      Elimina
  4. Regina, io non ho visto gli spot.. a dirti il vero guardo pochissima tivù. Una cosa però te la so dire. Su 100 pubblicità ne scarto 90!!!
    La ricordi quella del multi jet ella fiat???? Oppure quella del bifidus? Che poi mi pare impossibile che siano solo le donne ad avere problemi simili.. mah!!!
    A volte mi chiedono a cosa stanno pensando quando preparano uno spot. Di certo non a noi, altrimenti avrebbero più senso.
    Cinesi e mercato pure io e al diavolo le marche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È che a me piacciono, Patty... Volevo farne il mio mestiere ma in Italia come possono ti fregano alla grande: la meritocrazia non esiste!

      Vabbè pace, faccio gli spot per la mia famiglia: tu ne hai visto un assaggino, e quelle erano solo bozze ;))

      Elimina
  5. Io non capisco cosa ci sia di male in quelle pubblicità… anzi devo dire che richiamano decisamente l’attenzione e fanno passare 5 minuti in armonia con la natura… hahahahahahaha mi sento male… Da uomo sono d’’accordo con te…. a tutto servono tranne che alle donne e a vendere reggiseni… anzi hanno l’esatto effetto contrario… Regina mi hai fatto scompisciare.. il p.s. … una chicca ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lupo, e non sai quando attacco questi pipponi dal vivo!... O quando parlo direttamente con le tizie in televisione... Alla fine ci ripenso e rido da sola... :))

      Elimina
  6. Oddio che ridere......giuro che le osservo molto anch'io le pubblicità.. e mi fanno tutte morire ... beh qualcuna è intelligente più delle altre ....concordo con te molto più carina quella di Julia la trovo tenerissima ... sei troppo forte ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco vedi, finalmente avrei trovato la mia compagna ideale di pubblicità!... :)) pensa quanto rideremmo a guardarle insieme... :)) Grazie a te, siamo sulla stessa onda ;))

      Elimina
    2. A parte la prima cosa ridicola che ho scritto .... ho comunque letto e apprezzato il tuo sfogo e ogni giorno con rabbia si constata che le persone che valgono non sono mai nei posti giusti ... si preferiscono figli di papà anzichè persone preparate che mettono l'anima in tutto quel che fanno ... la meritocrazia non esiste ... e non vogliono dipendere da questa ... pensa che motore sarebbe per l?italia intera ....!!! mi dispiace tanto per le tue delusioni ...e per tutte le persone che le hanno subite ....

      Elimina
    3. Giusi cara ma non è affatto ridicola la prima cosa che hai scritto... :))) io mi sganascio davanti a certe pubblicità...
      Poi, le delusioni vanno sempre prese col sorriso, cercando sempre di capire dove è stato nostro l'errore (per migliorarci) e conservando sempre la fiducia e la consapevolezza di noi stessi: il lavoro di cui ho parlato nel post è successo esattamente dieci anni fa, quando avevo 25 anni ed ero appena uscita dall'uni: e sai cosa mi ha insegnato? a non essere troppo buona e a non fidarmi mai: la figlia del manager mi affiancava e mentre io ci mettevo tutte le idee lei ci metteva la faccia e diceva: "...il NOSTRO progetto"... Sì, come no, NOSTRO...

      Comunque grazie per la tua sensibilità, sei molto cara... :))

      Elimina
  7. Anche a me piace vedere, capire, fare le pulci alle pubblicità... da sempre... le conoscevo a memoria, ora un po' meno perché guardo meno TV.
    Che dire? La campagna di cui parli è terribile! A parte che le ragazze danno davvero poco l'idea di essere ragazze "comuni", a parte che trovo sempre un po' eccessiva l'esposizione del corpo della donna... Ma voi ci stareste a studiare o fare esercizi in mutande e reggiseno? No, dico, è una cosa comune?
    Alla prossima
    la effe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con Giusi: assolutamente no, non è comune per nulla! :)...

      Benvenuta! :))

      Regina

      Elimina
  8. Infatti proprio no rigorosamente tuta oppure pigiamone se sono in casa comunque evito troppi movimenti negli ultimi tempi sto in panne con la schiena. ... comunque la pubblicità che mi fa morire al momento è quella di Paolo e Fabio e anche Mr Mou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiiiiiiii..anche io adoro lo spot di Paolo e Fabio, l'altro non mi viene in mente..:))

      Elimina
    2. Sai perché non ti viene in mente? Non sei interista come me. ....
      Morino la sambuca

      Elimina
    3. Sai perché non ti viene in mente? Non sei interista come me. ....
      Morino la sambuca

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. Mi piacciono molto gli spot pubblicitari, ma sono rari quelli fatti bene .. questo di intimissimi lo trovo un po' squallido, come la maggior parte degli spot di intimo ... però la bionda mi mancava, ero rimasta ferma a Francesca o era Manuela? Vabbè vista una viste tutte :D
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esistono sia Francesca che Mauela... ;)

      Buon lunedì Marina :))

      Elimina
  11. a parte che non si chiamava Fabio ma Luca .... lo spot che mi piaceva ....ma avevi capito ugualmente ....ora mi sta facendo impazzire quella delle montature degli occhiali ....amore ... ho rigato la macchina nuova ..... succede ??? noooo ... devo segnarla ....

    RispondiElimina
  12. Ahahahagagahah!!! Bellissima!!!... E modestamente, quando li porto, i miei occhiali sono identici solo che multifantasia sul viola... Fighi no???? :))
    P.s. La volta che tornai e avevo abbozzato la macchina nuova, col cavolo che ho potuto dire "succede"...seeeee come no :))))

    RispondiElimina