lunedì 24 novembre 2014

Nei parchi solitari d'inverno

Nei parchi solitari d'inverno
Immobili nella foschia 
di poche risa incappucciate,
Stretti dai rami spogli di amici muti
Grigi di nubi e di nostalgia,

Qui Ci ritrovo,
Voci vicine e complici
Intimi di letture appassionate
Impregnati ancora d'amore e di baci.

Poi il richiamo di un raggio di sole,
E lo spettro di te che svanisce.

Nessun commento:

Posta un commento