martedì 6 maggio 2014

Ode ad un Briciolo di Follia...

Il Bello viene quando le cose urgenti non lo sono più,
Quando all'improvviso gli altri te le vomitano addosso,

Le cose urgenti,

Ma dentro cresce il desiderio incosciente di lasciarle,
Quel desiderio che esplode come un Attentato alla responsabilità altrui.

Allora toccherebbe mollare tutto ed uscire,

E sentirsi più leggeri,

Quasi felici.

 Perché il vero gusto non è non avere nulla di improrogabile da fare,

Ma avercelo e non farlo.

È Quel briciolo di follia,

Quel frammento d'imponderabile,

Quella scintilla emozionale che ti riaccende l’Anima.

 Pensami, dunque.

 Pensa che lascerei ogni cosa e verrei lì,

Pensa che con un gesto getterei a terra 

Ogni cosa "urgente" dalle tua giornata,

Pensa che mi aiuteresti,

Pensa al disordine,

Ai fogli che cadono a terra,

Pensa al calore della Mia pelle sulla Tua,

Ai brandelli di vestiti che ti solleticano un pò,

Pensa che non te ne frega niente,
Pensa che non t'importa nulla del resto,

Pensa che esistiamo Io e Te.


Soltanto, Io e Te.


Nessun commento:

Posta un commento